abrdn: corporate bond emergenti restano interessanti nel lungo termine

abrdn: corporate bond emergenti restano interessanti nel lungo termine
1' di lettura

Per Leo Morawiecki (abrdn) i fondamentali dei corporate bond dei mercati emergenti sono ancora solidi ma spiega perché resta particolarmente importante operare con selettività a livello geografico, settoriale e di singoli titoli

Da inizio anno le obbligazioni corporate dei mercati emergenti hanno sofferto sulla scia della situazione del mercato immobiliare cinese, il cui indebitamento continua a rischiare di contagiare tutto il settore, nonostante alcune misure di allentamento che non bastano a rassicurare gli investitori. Una situazione aggravata dall’invasione russa dell’Ucraina, che ha destabilizzato i mercati dei capitali, soffocando la rapida ripresa economica post-pandemica.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

LE ANALISI DEL PREZZO DEI CREDIT DEFAULT SWAP (CDS)

Nonostante tutto questo, Leo Morawiecki, associate investment specialist fixed income di abrdn, resta moderatamente ottimista. “Dall’inizio del XXI secolo i mercati emergenti sono stati interessati da numerosi shock geopolitici. Tuttavia le analisi del prezzo dei Credit Default Swap (CDS) suggeriscono che l’impatto dei precedenti shock geopolitici è stato minimo, con i prezzi tornati ai livelli pre-shock nello spazio di circa 90 giorni”, commenta l’esperto di abrdn…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.