Pre-market: futures USA in calo dopo il rally di martedì

Un’occhiata ai mercati da Benzinga: si attendono i report trimestrali di Target, Lowe’s e Cisco Systems

3' di lettura

Movimenti in pre-market

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in rosso dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones era balzato di oltre 400 punti. Gli investitori sono in attesa dei risultati sugli utili di Target Corporation (NYSE:TGT), Lowe’s Companies, Inc. (NYSE:LOW) e Cisco Systems, Inc. (NASDAQ:CSCO).

I dati sull’avvio di nuove abitazioni e sulle concessioni edilizie negli Stati Uniti per il mese di aprile saranno pubblicati alle ore 8:30 ET. Il presidente della Federal Reserve di Filadelfia, Patrick Harker, parlerà alle 16:00 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Oggi i futures sull’indice Dow Jones cedevano 90 punti attestandosi a 32.491 e quelli sull’S&P 500 scendevano di 17,25 punti a quota 4.067,50; i futures sul Nasdaq 100 erano in calo di 90 punti a 12.470,25.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,7% a 112,70 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dell’1% a 113,57 dollari al barile. Il report settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio degli Stati Uniti verrà pubblicato alle ore 10:30 ET.

Attualmente gli Stati Uniti registrano il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 84.473.440 contagi e circa 1.027.280 vittime; intanto l’India registra un totale di almeno 43.127.190 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 30.728.280.

Uno sguardo agli indici delle borse mondiali

Borse europee

Oggi i mercati europei erano prevalentemente negativi in apertura. L’indice STOXX Europe 600 cedeva lo 0,2%, il FTSE 100 di Londra era in calo dello 0,1%, mentre l’indice spagnolo Ibex 35 guadagnava lo 0,4%; l’indice francese CAC 40 perdeva lo 0,3% e il tedesco DAX segnava -0,2%. Nel mese di aprile l’inflazione alla produzione nel Regno Unito è salita del 14% su base annua dall’11,9% di marzo e il tasso di inflazione annuale si è portato al 9%, il livello più alto dal 1982. Ad aprile le vendite di autovetture nell’Unione europea hanno avuto una flessione del 20,6% su base annua a 684.506 unità.

Mercati asiatici

I listini asiatici hanno chiuso per lo più in verde: l’indice giapponese Nikkei ha guadagnato lo 0,94%, l’Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,20%, mentre l’indice cinese Shanghai Composite ha ceduto lo 0,25%; l’indice australiano S&P/ASX 200 ha osservato un incremento dell’1% e l’indiano BSE Sensex ha segnato +0,3%. A marzo la produzione industriale in Giappone è cresciuta dello 0,3% su base mensile dopo un aumento del 2,9% registrato il mese precedente; nel 1° trimestre 2022 l’economia del Paese si è contratta dello 0,2% su base trimestrale dopo una crescita rivista dello 0,9% nel trimestre precedente. Ad aprile i prezzi medi delle nuove case in Cina sono aumentati dello 0,7% su base annua. Nel 1° trimestre 2022 l’indice dei prezzi salariali in Australia è aumentato del 2,4% su base annua.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Jefferies hanno alzato il rating del titolo Penn National Gaming, Inc. (NASDAQ:PENN) da Hold a Buy.

In pre-market le azioni di Penn National Gaming erano in aumento del 3% a 31,84 dollari.

Ultime notizie

  • Keysight Technologies, Inc. (NYSE:KEYS) ha riportato risultati ottimistici per il secondo trimestre; in base a quanto dichiarato, la società prevede per il terzo trimestre un fatturato compreso tra 1,33 e 1,35 miliardi di dollari e utili per azione di 1,74-1,80 dollari.
  • Tesla Inc. (NASDAQ:TSLA) si prepara a tenere il suo prossimo AI Day ad agosto, esattamente un anno dopo il primo, come twittato martedì dal CEO Elon Musk.
  • The Container Store Group, Inc. (NYSE:TCS) ha riportato risultati del quarto trimestre migliori del previsto e ha pubblicato una solida guidance sulle vendite per l’esercizio 2023.
  • Secondo quanto riferito, un residente della contea di Suffolk (Stato di New York, Stati Uniti) avrebbe citato in giudizio McDonald’s Corp (NYSE:MCD) e The Wendy’s Co (NYSE:WEN), accusandoli di frodare i clienti non vendendo hamburger grandi e succosi come quelli che pubblicizzano.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.