Musk accusato di aver creato schema Ponzi su Dogecoin

È stata intentata una class action contro Elon Musk: il CEO di Tesla è accusato di aver gonfiato intenzionalmente il prezzo della criptovaluta. Di seguito, tutti i dettagli

Musk accusato di aver creato schema Ponzi su Dogecoin
2' di lettura

Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo, e le sue aziende Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) e SpaceX, sono stati citati in giudizio per 258 miliardi di dollari con l’accusa di essere stati coinvolti in uno schema piramidale sulla criptovaluta Dogecoin (CRYPTO:DOGE) che ha gonfiato il prezzo della moneta e ha fatto perdere agli investitori miliardi di dollari.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

La class action Johnson v. Musk, 22-cv-05037 accusa Musk di aver gestito uno schema piramidale (noto anche come schema Ponzi) utilizzando la criptovaluta Dogecoin, di cui Musk è stato un appassionato sostenitore dal 2019.

“Non è supportato da oro, altri metalli preziosi o altro. Non puoi mangiarlo, coltivarlo o indossarlo. Dogecoin non genera flussi di cassa. Non paga interessi o dividendi. Non ha un’utilità specifica rispetto ad altre criptovalute. Non fa parte di un nuovo Internet o di un metaverso. Non è basato o legato a nulla di valore”, afferma l’introduzione del caso. 

Keith Johnson rappresenta un gruppo di persone che hanno perso denaro facendo trading su Dogecoin da aprile 2019, secondo Bloomberg.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Johnson chiede un risarcimento danni di 86 miliardi di dollari, più altri 172 miliardi aggiuntivi, oltre a un’ingiunzione che vieta a Musk e alle sue aziende di promuovere Dogecoin e una dichiarazione in base alla quale il trading di Dogecoin equivale al gioco d’azzardo secondo la legge degli Stati Uniti e di New York.

La causa sostiene che “da quando Elon Musk e le sue società SpaceX e Tesla, Inc. hanno iniziato ad acquistare, sviluppare, promuovere, supportare e gestire Dogecoin dal 2019, [il] querelante e i partecipanti all’azione collettiva hanno perso circa 86 miliardi di dollari in questo schema piramidale di criptovaluta”.

Perché è importante 

Sebbene la causa possa sembrare una manovra disperata, la reputazione di Musk si sta deteriorando. Il mese scorso il CEO di Tesla è stato accusato di molestie sessuali e giovedì mattina i dipendenti di SpaceX hanno scritto una lettera aperta all’alta direzione dell’azienda: “SpaceX deve prontamente e apertamente divorziare dal marchio personale di Elon”.

Movimento dei prezzi di TSLA

Giovedì le azioni Tesla hanno perso l’8,54% a 639,30 dollari. Dati di Benzinga Pro.  

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.