BMW avvia la produzione nel nuovo stabilimento cinese

Il produttore auto tedesco BMW intende competere con Tesla e Nio in Cina, il maggior mercato mondiale delle auto elettriche. Ecco i dettagli sull’impianto di Shenyang  

BMW avvia la produzione nel nuovo stabilimento cinese
2' di lettura

La casa automobilistica tedesca BMW (OTC:BMWYY) ha avviato la produzione presso un nuovo stabilimento di auto elettriche da 2,24 miliardi di dollari a Shenyang (Cina); il tentativo è quello di competere con Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) e altre aziende locali di auto elettriche in rapida crescita.  

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo 

Giovedì l’azienda ha confermato che Lydia, la sua terza fabbrica di assemblaggio di automobili in Cina, è in funzione e si prepara ad aumentare la sua produzione annuale nel Paese a 830.000 unità quest’anno dalle 70.000 sfornate nel 2021.

“L’espansione della nostra impronta produttiva in Cina dimostra che ci stiamo preparando a un’ulteriore crescita nel più grande mercato mondiale delle auto elettriche e che siamo fiduciosi nelle prospettive a lungo termine della Cina”, ha dichiarato Jochen Goller, Presidente e CEO di BMW Group Region China.

“Stiamo intensificando i nostri sforzi per la mobilità elettrica, puntando a far sì che oltre un quarto delle nostre vendite in Cina sia di auto completamente elettriche entro il 2025”.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Lydia è il maggior progetto di BMW in Cina e ospita tutti e quattro i principali processi di produzione dell’azienda: reparto presse, carrozzeria, verniciatura e montaggio.

Leggi anche: Due Gigafactory stanno facendo perdere miliardi a Tesla 

Perché è importante 

La Cina è un mercato chiave per le case automobilistiche legacy, tra cui Volkswagen Group (OTC:VWAGY), che intendono sfidare l’azienda leader delle auto elettriche Tesla, nonché attori cinesi come BYD Co (OTC:BYDDY) — azienda finanziata da Warren Buffett — e Nio Inc (NYSE:NIO).    

BMW mira a ridurre entro il 2030 le emissioni di CO2 durante il ciclo di vita di un veicolo del 40% rispetto al 2019, compresa una riduzione dell’80% della CO2 a livello di produzione. 

Secondo quanto dichiarato, a maggio BMW ha avviato la produzione della sua nuova i3, una berlina sportiva mid-size completamente elettrica per la Cina; l’auto, che ha un prezzo di listino di 52.000 dollari, compete con la Tesla Model 3. La casa automobilistica tedesca punta ad avere 13 modelli elettrici in vendita sul mercato cinese entro il prossimo anno.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.