I dati sugli abbonamenti sostengono la trimestrale Disney

Di seguito, i punti salienti dal rapporto del terzo trimestre del colosso statunitense dell’intrattenimento

I dati sugli abbonamenti sostengono la trimestrale Disney
3' di lettura

Mercoledì, dopo la chiusura del mercato, The Walt Disney Company (NYSE:DIS) ha riportato i risultati finanziari del terzo trimestre. Ecco uno sguardo alle performance dei Parchi e del segmento direct-to-consumer.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Disney ha registrato un fatturato del terzo trimestre di 21,5 miliardi di dollari, in aumento del 26% su base annua; la cifra ha superato la stima di consenso di Wall Street che si attestava a 20,5 miliardi. Dati di Benzinga Pro.

Per il periodo considerato, Disney ha riportato un utile rettificato per azione di 1,09 dollari, battendo la stima di Wall Street che si attestava a 1 dollaro per azione.

Il segmento Media e Intrattenimento ha raggiunto un fatturato di 14,1 miliardi di dollari, in crescita dell’11% su base annua.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

I ricavi del segmento Parchi, Esperienze e Prodotti si sono attestati a 7,4 miliardi di dollari, in crescita del 70% su base annua.

Il risultato operativo nel terzo trimestre è stato di 3,57 miliardi di dollari, in crescita del 50% su base annua. La divisione Media ha riportato un risultato operativo di 1,38 miliardi di dollari, in calo del 32% su base annua. Il risultato operativo del segmento Parchi è stato pari a 2,19 miliardi di dollari, in significativo aumento rispetto ai 356 milioni registrati nello stesso periodo dell’anno scorso. 

“Abbiamo avuto un trimestre eccellente, con i nostri team creativi e aziendali di livello mondiale che hanno fornito performance eccezionali nei nostri parchi a tema nazionali, con grandi aumenti di audience degli sport dal vivo e con un’importante crescita degli abbonati presso i nostri servizi di streaming”, ha dichiarato il CEO della Disney Bob Chapek.

Perché è importante

Nel terzo trimestre Disney ha registrato 14,4 milioni di nuovi abbonati a Disney+ per un totale di 152,1 milioni, in aumento rispetto ai 137,7 milioni riportati nel secondo trimestre. Ecco uno sguardo ai numeri di Disney+ alla fine di questo trimestre.

  • Abbonati statunitensi a Disney+: 44,5 milioni (+17%)
  • Abbonati internazionali, esclusa Disney+ Hotstar: 49,2 milioni (+48%)
  • Disney+ Hotstar: 58,4 milioni (+30%)
  • Totale Disney+: 152,1 milioni (+31%)

Disney+ ha riportato un fatturato medio per utente di 4,35 dollari, in aumento del 5% su base annua. Il fatturato medio per utente statunitense è sceso del 5% a 6,27 dollari.

ESPN+ ha chiuso il terzo trimestre con 22,8 milioni di abbonati, in aumento del 53% su base annua.

Hulu ha chiuso il trimestre con 46,2 milioni di abbonati gratuiti e a pagamento, in crescita dell’8% su base annua.

La società aveva 221 milioni di abbonati in tutte le offerte di streaming.

Nel terzo trimestre il segmento Parchi ha registrato un volume di ospiti più elevato e un aumento della spesa degli ospiti. Le navi da crociera sono state operative rispetto al terzo trimestre dello scorso anno, quando le crociere erano sospese.

I parchi internazionali dell’azienda hanno registrato una crescita in diversi resort, ma lo Shanghai Disney Resort ha mostrato numeri deboli a causa della chiusura dei parchi nel trimestre.

“Continuiamo a trasformare l’intrattenimento mentre ci avviciniamo al nostro secondo secolo, con nuove avvincenti storie sulle nostre numerose piattaforme ed esperienze fisiche uniche e coinvolgenti che superano le aspettative dei clienti”, ha dichiarato Chapek.

Movimento dei prezzi

Nella sessione pre-market le azioni Disney erano in aumento del 7,84% a 121,25 dollari. 

Screenshot di ‘Cars On The Road’, per gentile concessione della Disney

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.