Più Btp e meno Bund negli acquisti Bce, la strategia per tenere a bada lo spread

Più Btp e meno Bund negli acquisti Bce, la strategia per tenere a bada lo spread
1' di lettura

A giugno e luglio la Bce ha sfruttato la flessibilità negli acquisti per dare precedenza ai Btp italiani. Lo spread, dopo una fiammata intorno ai 250 punti di qualche settimana fa, è tornato poco sopra i 200

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

È ancora presto per trarre conclusioni, ma dai dati sugli acquisti della Bce nei mesi di giugno e luglio emerge una preferenza per i titoli italiani. Francoforte ha deciso di alzare una diga per proteggere i titoli italiani? Per dare una risposta affermativa bisognerà aspettare almeno i dati di agosto e settembre, ma la flessibilità negli acquisti del Pepp, al momento, sembra propendere per i Btp.

SPREAD POCO SOPRA I 200 PUNTI

Il risultato, al momento, è uno spread tornato poco sopra i 200 punti dopo la fiammata seguita alla caduta del governo Draghi e all’incognita delle prossime elezioni politiche. In attesa dell’esordio dello scudo anti-frammentazione annunciato da Lagarde, la Bce sta sfruttando la flessibilità consentita dal Pepp per intervenire indirettamente sugli spread più sensibili…

Continua la lettura



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.