Le riserve cinesi di US Treasury scendono del 9%

Il gigante asiatico cerca di ridurre la sua dipendenza dal dollaro con una minor riserva di buoni del tesoro statunitensi

Le riserve cinesi di US Treasury scendono del 9%
2' di lettura

Le partecipazioni cinesi negli Treasury statunitensi restano sotto quota 1 trilione di dollari da maggio. Una probabile ragione potrebbe essere che il paese sta cercando sempre più di ridurre la sua dipendenza dal dollaro.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

È probabile che le sanzioni economiche alla Russia abbiano sollevato preoccupazioni tra le autorità sui rischi di fare troppo affidamento sul biglietto verde. Nikkei Asia ha riportato per la prima volta la storia.

Ciò assume significato tra le attuali tensioni tra Cina e Taiwan. 

Cosa è successo 

I dati del governo degli Stati Uniti mostrano le partecipazioni cinesi nei buoni del tesoro USA sono aumentati marginalmente a 970 miliardi di dollari nel luglio 2022 rispetto ai 967,8 miliardi di dollari di giugno. Tuttavia, questo è ancora inferiore al valore di 1.080 miliardi visto nel novembre 2021. Inoltre, dall’inizio dell’anno, le partecipazioni sono diminuite di 98,7 miliardi, ovvero oltre il 9%.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Leggi anche: Alibaba ancora in rosso, Xpeng e Nio cadono di faccia

Perché è importante

Questo calo, che è il più forte su base semestrale dal 2016, ha coinciso con un aumento di 38,5 miliardi di dollari delle partecipazioni del Tesoro nelle Isole Cayman e un aumento di 7 miliardi di dollari alle Bermuda, entrambi famosi paradisi fiscali, ha riferito Nikkei Asia.

Ciò è indicativo del fatto che la Cina potrebbe nascondere alcuni dei suoi beni in dollari in queste giurisdizioni per eludere le sanzioni finanziarie occidentali se l’accesso al dollaro sarà limitato, afferma il rapporto.

Pechino sembra anche sostituire alcune delle sue disponibilità nel Tesoro con oro. Le importazioni di oro dalla Cina sono più che raddoppiate ad agosto a 10,36 miliardi di dollari, secondo il rapporto. Se la Cina dovesse affrontare sanzioni finanziarie, Pechino potrebbe essere tagliata fuori da gran parte dei suoi oltre 3.000 miliardi di riserve in valuta estera, ha affermato.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni