I trader aspettano la Fed, i futures restano indecisi

Uno sguardo ai futures sugli indici statunitensi indicano cauto ottimismo il giorno prima la festa del Ringraziamento.

I trader aspettano la Fed, i futures restano indecisi
5' di lettura

I futures sugli indici statunitensi indicano un inizio moderatamente positivo delle azioni di Wall Street in vista della festa del Ringraziamento.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Martedì i forti utili al dettaglio hanno dato impulso alle azioni, con le tre medie principali che hanno chiuso notevolmente in rialzo per la sessione. Gli indici hanno aperto al rialzo, ma hanno restituito alcuni guadagni e sono caduti in territorio negativo nelle prime negoziazioni. L’interesse all’acquisto è emerso in seguito, poiché le medie hanno registrato un rally costante nel corso del resto della sessione.

L’indice S&P 500 ha superato il livello di 4.000 per la prima volta dal 12 settembre e il Dow Industrials è salito al livello più alto da metà agosto.

Martedì si è registrato un rally generalizzato, con i titoli dei materiali, dell’energia e dell’IT che hanno registrato una particolare forza.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!
La performance degli indici statunitensi martedì
Indice Performance (+/-)   Valore
Nasdaq Composite -1.36%   11.174,41
S&P 500 +1.36%   4.003,58
Dow Jones +1.18%   34.098,10

Uno sguardo ai futures sugli indici azionari

Performance dei futures USA nel pre-market di oggi
Indice Performance (+/-)  
Futures sul Nasdaq +0.02%  
Futures sull’S&P 500 +0.07%  
Futures sul Dow Jones +0,06%  
Futures sul Russell 2000 -0,20%  

Al momento della pubblicazione, nella sessione pre-market di martedì, l’SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY) guadagnava lo 0,21% a 400,74 dollari e l’Invesco QQQ Trust (NYSE:QQQ) segnava +0,16% a 286,41 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Sul fronte economico, la Mortgage Bankers Association pubblicherà i dati sul volume delle richieste di mutuo settimanali alle 7 EST. La metrica è aumentata del 2,7% nella settimana terminata l’11 novembre.

Il Dipartimento del Lavoro pubblicherà il rapporto sulle richieste di sussidi di disoccupazione alle 8:30 EST, con un consenso che chiede un aumento del numero di persone che richiedono l’indennità di disoccupazione da 222.000 nella settimana terminata il 12 novembre a 225.000 nella settimana terminata il 19 novembre.

Più o meno nello stesso periodo, il Dipartimento del Commercio dovrebbe pubblicare i dati sugli ordini di beni durevoli per ottobre. Gli ordini di beni destinati a durare più di tre anni dovrebbero aver registrato una crescita costante dello 0,4% rispetto al mese precedente e gli ordini di beni durevoli di base potrebbero essere rimbalzati fino a registrare una crescita dello 0,3% dopo un calo dello 0,4% nel mese precedente.

Gli indici dei responsabili degli acquisti nel settore manifatturiero, dei servizi e dei materiali compositi di S&P Global per novembre sono attesi alle 9:45 EST. Il settore manifatturiero dovrebbe essere rimasto neutrale nella zona che delimita l’espansione e la contrazione, mentre il PMI del settore dei servizi potrebbe essere rimasto pressoché invariato in territorio di contrazione.

Alle 10:00 EST, il Dipartimento del Commercio, pubblicherà il nuovo rapporto sulle vendite di case per ottobre. Le vendite di nuove case sono diminuite del 10,9% su base mensile a settembre.

L’Università del Michigan pubblicherà il suo rapporto rivisto sulla fiducia dei consumatori per novembre alle 10 EST. Oltre alla lettura principale della fiducia dei consumatori, i trader potrebbero concentrarsi anche sui dati sulle aspettative di inflazione a un anno e cinque anni contenuti nel rapporto.

Il rapporto sugli inventari del petrolio greggio dell’Energy Information Administration per la settimana terminata il 18 ottobre sarà pubblicato alle 11 EST.

Il Dipartimento del Tesoro USA metterà all’asta i titoli di Stato a 4 e 8 settimane alle 11 EST.

Alle 14 EST, la Fed dovrebbe pubblicare i verbali della riunione del Federal Open Market Committee di novembre. Durante la riunione, la banca centrale ha effettuato il quarto rialzo consecutivo dei tassi di 75 punti base e la dichiarazione politica ha segnalato un cambiamento di tono. La Fed ha suggerito che farà attenzione all’impatto cumulativo delle sue mosse dei tassi, ma il presidente della Fed Jerome Powell ha mantenuto il suo tono da falco durante la conferenza stampa dopo la riunione.

Titoli sotto i riflettori

  • Il rivenditore di articoli di lusso Nordstrom, Inc. (NYSE:JWN) è sceso di oltre il 9% nelle negoziazioni pre-market nonostante il successo della società nel terzo trimestre.
  • Autodesk, Inc. (NYSE:ADSK) è crollato di oltre l’8% dopo aver registrato utili in linea con le aspettative degli analisti nel terzo trimestre, ma ha pubblicato una guidance per il quarto trimestre inferiore al consenso.
  • HP, Inc. (NYSE:HPQ) è cresciuta di oltre il 2% dopo il ribasso del quarto trimestre e l’annuncio relativo al taglio di 4.000-6.000 posti di lavoro entro il 2025.
  • Tesla, Inc. (NASDAQ:TSLA) è salita di oltre l’1%, segnalando che il titolo potrebbe estendere i guadagni a partire da martedì.
  • Il produttore di macchine agricole Deere & Co. (NYSE:DE) dovrebbe pubblicare i risultati trimestrali prima dell’apertura del mercato.

Materie prime, altri mercati azionari globali

I futures sul petrolio greggio sono tornati al ribasso dopo due sessioni consecutive di guadagni. Il petrolio greggio di grado WTI è scivolato vicino all’1% a 80,22 dollari al barile.

I mercati dell’Asia-Pacifico hanno chiuso la sessione di mercoledì per lo più in rialzo, sebbene l’umore rifletta uno stato d’animo di cautela in vista dei verbali del FOMC. I trader della regione hanno reagito alla chiusura positiva delle azioni di Wall Street durante la notte. I mercati di Singapore e Nuova Zelanda sono stati in controtendenza al rialzo e il mercato cinese ha chiuso con una nota contrastante. Il mercato giapponese, nel frattempo, è rimasto chiuso a causa di un giorno festivo.

Mercoledì le azioni europee hanno mostrato timidezza nelle prime negoziazioni.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni