COP27, duro giudizio di Etica Sgr: “Non c’è il coraggio di cambiare strada”

COP27, duro giudizio di Etica Sgr: "Non c'è il coraggio di cambiare strada"
1' di lettura

Ugo Biggeri, presidente di Etica Sgr, etichetta come “decisamente deludenti” i risultati raggiunti al termine della COP27 di Sharm El Sheikh

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Etica Sgr non nasconde la delusione per l’esito della COP27 che si è conclusa pochi giorni fa a Sharm El Sheikh. Un risultato giudicato “decisamente deludente” perché non si sono fatti passi in avanti e soprattutto perché si è sancito un nuovo approccio ai cambiamenti climatici: dal contrasto all’adattamento. In altre parole, secondo Etica Sgr, i Paesi coinvolti hanno deciso “siccome non vogliamo evitare il disastro, cerchiamo di gestirlo”.

IL FONDO DI COMPENSAZIONE NON È LA SOLUZIONE

Secondo Etica Sgr, gli obiettivi di contenimento dei cambiamenti climatici sono solo formalmente sempre in essere, ma non sono stati presi sul serio. Invece si è parlato molto del fondo di compensazione per il sud del mondo, che per gli esperti della società di investimento è “doveroso, ma non risolutivo” poiché “non una soluzione al problema partecipare al pagamento di una minima parte dei danni che arriveranno”…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.