abrdn: positivi sui bond cinesi

1' di lettura

Edmund Goh, Head of Fixed Income, China di abrdn, spiega che bassa crescita e bassa inflazione potrebbero avvantaggiare i titoli di Stato cinesi

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Dopo la riapertura l’economia cinese ha mostrato segnali di miglioramento. Il settore dei servizi ha registrato una decisa ripresa rispetto allo scorso anno e anche i mercati immobiliari si sono stabilizzati con una ripresa sia del volume di vendita che dei prezzi delle transizioni.

LE RAGIONI PER ESSERE POSITIVI

I dati macroeconomici cinesi sono stati deludenti quest’anno. Il governo cinese sta prendendo tempo su forti misure di stimolo ma al momento è previsto un graduale allentamento della politica monetaria. Ci sono molte ragioni, secondo Edmund Goh, Head of Fixed Income – China di abrdn, per essere positivi sui titoli di Stato cinesi e le obbligazioni di credito ad alto rating soprattutto per la bassa correlazione tra questa classe di attivi e gran parte degli eventi dei mercati globali. Se i dati su crescita e inflazione continueranno a deludere e la People’s Bank Of China sarà costretta a ridurre ulteriormente i tassi d’interesse, potrebbero registrarsi delle plusvalenze su queste obbligazioni…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.