Sulla Borsa dei fine wine vince il whisky made in Japan

1' di lettura

Il blended Hibiki movimenta Borsa internazionale in una fase di rallentamento. I fine wine sono la categoria che guadagna di più secondo il Luxury Index di Knight Frank

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

È tra le etichette che ha movimentato negli ultimi tempi i record del Liv-ex, la Borsa dei Fine Wine e degli Spirits: Hibiki Whisky, uno dei più pregiati whisky giapponesi. Sul mercato privato si conferma il prestigio di questo whisky, che appunto all’asta di Hong Kong di Christie’s dell’8 aprile scorso, ha fatto registrare per una bottiglia di 70 cl l’assegnazione per 32mila e 500 dollari di Hong Kong, il corrispettivo di 3.270 sterline inglesi, 3.820 euro.

UNA BOTTIGLIA DI 30 ANNI INVECCHIATA

Si tratta di una bottiglia di Hibiki 30YO, ovvero un blended 30 years old, vecchio di trent’anni. Con confezione in cartone originale, conservazione integra, cosa che fa tenere alte le quotazioni. L’assegnazione è avvenuta vicina alle stime massime di prezzo poste prima dell’asta. Segno che il valore si mantiene elevato. Anche in una fase non proprio felice per i Fine Wine…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.