Dati economici USA: aumentano le richieste di disoccupazione, giù l’edilizia

Nuovi dati rivelano un incremento delle richieste di disoccupazione negli USA, mentre il settore edile affronta una marcata contrazione.

Dati economici USA: aumentano le richieste di disoccupazione, giù l'edilizia
3' di lettura

I dati economici rilasciati giovedì mattina hanno rivelato un lieve aumento delle richieste di disoccupazione settimanali, una forte contrazione in termini di costruzione di abitazioni e permessi edilizi e un calo nel sondaggio sulle prospettive delle imprese nel distretto della Federal Reserve di Filadelfia.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

I dati economici di giovedì: i punti salienti

  • Il numero di persone che hanno presentato domanda di disoccupazione negli Stati Uniti è sceso di 5.000 unità a 238.000 nella settimana terminata il 15 giugno, superando di poco le aspettative del mercato di 235.000, secondo i dati di Econoday.
  • La media mobile a quattro settimane delle richieste iniziali, che attenua la volatilità da una settimana all’altra, è aumentata da 227.250 a 232.750, segnando il livello più alto da settembre 2023.
  • Nel mese di maggio 2024, il numero di abitazioni in costruzione ha subito un calo significativo, scendendo del 5,5% su base mensile e raggiungendo un tasso annualizzato di 1,27 milioni. Si tratta di un calo rispetto al dato rivisto di 1,352 milioni di aprile e inferiore alle previsioni di 1,37 milioni. Il numero di case monofamiliari in costruzione è diminuito del 5,2%, attestandosi a 982.000, mentre quello degli edifici con cinque o più unità abitative si è attestato a 278.000 unità.
  • Anche i permessi edilizi sono calati del 3,8%, raggiungendo un tasso annuale destagionalizzato di 1,386 milioni nel maggio 2024, in calo rispetto agli 1,44 milioni di aprile, il livello più basso dal giugno 2020 e inferiore agli 1,45 milioni previsti.
  • L’indice generale di attività della Federal Reserve di Filadelfia è sceso di 3 punti a 1,3 nel mese di giugno, il livello più basso da gennaio 2024 e inferiore alle previsioni di 5,2. L’indice delle spedizioni correnti è sceso di 6 punti a -7,2, il minimo da dicembre. L’indice dei nuovi ordini, pur rimanendo negativo, è migliorato da -7,9 di maggio a -2,2 di giugno.
  • L’indice dell’occupazione è aumentato ma è rimasto negativo per l’ottavo mese consecutivo, indicando un continuo declino generale dei livelli occupazionali.
  • Per quanto riguarda i prezzi, entrambi gli indici suggeriscono un aumento generale dei prezzi. L’indice dei prezzi pagati è salito di 4 punti a 22,5, mentre l’indice dei prezzi correnti ricevuti è salito di 7 punti a 13,7.
  • La maggior parte degli indicatori di attività futura è rimasta positiva, ma ha evidenziato aspettative di crescita meno diffuse per i prossimi sei mesi.

Reazioni del mercato

I rendimenti dei titoli del tesoro hanno registrato un leggero rialzo dopo i comunicati, con il rendimento a 10 anni che è salito dal 4,23% al 4,26%.

Il rendimento a 2 anni, sensibile ai tassi, si è invece mantenuto stabile al 4,73%.

Il biglietto verde ha registrato guadagni durante la sessione, con l’indice del dollaro statunitense (DXY), monitorato dall’Invesco DB USD Index Bullish Fund ETF (NYSE: UUP), in rialzo dello 0,3% per la giornata.

I futures sui principali indici azionari statunitensi sono saliti durante il trading pre-market di giovedì. I contratti sull’S&P 500 e sul Nasdaq 100 sono saliti rispettivamente dello 0,3% e dello 0,4%, ma hanno ridotto marginalmente i guadagni dopo i dati.

Martedì, sia l’SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY) che l’Invesco QQQ Trust (NASDAQ:QQQ) hanno chiuso a livelli record, trainati dalla performance del settore tecnologico.


Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungi Benzinga Italia ai tuoi preferiti oppure seguici sui nostri canali social: X e Facebook.


Ricevi informazioni esclusive sui movimenti di mercato 30 minuti prima degli altri trader

La prova gratuita di 14 giorni di Benzinga Pro, disponibile solo in inglese, ti permette di accedere ad informazioni esclusive per poter ricevere segnali di trading utilizzabili prima di milioni di altri trader. CLICCA QUI per iniziare la prova gratuita.


Foto: Shutterstock