L’AD di Inovio: vaccino COVID-19 possibile entro 12-18 Mesi

L’amministratore delegato di Inovio (NASDAQ: INO) si e' detto fiducioso nella possibilita' di mettere a disposizione il vaccino contro il Coronavirus entro 12-18 mesi.

Inovio
2' di lettura

In un’intervista di giovedi‘ con Jim Cramer della CNBC, l’amministratore delegato di Inovio Pharmaceuticals Inc. Joseph Kim ha indicato che l’azienda biofarmaceutica rispetti le tempistiche di 12-18 mesi suggerita dal capo della Task Force anti-COVID 19 della Casa Bianca Anthony Fauci.

“È possibile – specialmente se hai una piattaforma che ha dimostrato di essere sicura e se hai già testato approcci simili contro altri agenti patogeni, come abbiamo fatto noi.”

Cosa è successo

Inovio ha cominciato la prima fase dei suoi test clinici all’inizio di aprile. Kim ha aggiunto che la compagnia farmaceutica prevede di completare l’arruolamento di tutti i 40 volontari per questa fase entro la fine del mese.

La società della Pennsylvania ha selezionato i volontari presso un centro medico a Kansas City, Missouri.

Inovio intende collaborare con istituti privati ​​come l’Università della Pennsylvania, nel caso in cui il suo vaccino contro il Coronavirus dovesse prendere parte ai test della fase due.

“E’ d’aiuto il fatto che [l’Università della Pennsylvania sia] la mia alma mater e che abbiamo svolto un lavoro congiunto nel corso degli anni”, ha detto Kim alla CNBC.

Inovio ha ricevuto finanziamenti sia dal Pentagono che da organizzazioni non governative, come la Bill and Melinda Gates Foundation, creata dal fondatore di Microsoft Corporation (NASDAQ: MSFT), e la norvegese Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (Alleanza per le Innovazioni per la Preparazione contro le Epidemie).

Kim ha detto a Cramer che si aspetta che “questa rete globale di finanziatori addirittura cresca nelle prossime settimane e mesi”.

Perché è importante

Inovio è stata la seconda azienda ad avviare i test per il vaccino contro il Coronavirus negli Stati Uniti dopo Moderna Inc. (NASDAQ: MRNA), che ha iniziato i test della fase uno a marzo.

Anche altri gruppi internazionali, tra cui Johnson & Johnson (NYSE:JNJ) e Pfizer Inc. (NYSE: PFE), stanno lavorando allo sviluppo di un vaccino contro il virus letale.

L’Università di Oxford ha iniziato la prima fase della sua sperimentazione sul vaccino contro il Coronavirus all’inizio di giovedì, e viene riferito che la cinese CanSino Biological sia nella fase due della sperimentazione.

In precedenza, Fauci aveva suggerito che è improbabile che un vaccino, anche se sviluppato ad un ritmo rapido, sia disponibile prima di 12-18 mesi. Alcuni esperti considerano anche questo questo orizzonte temporale come troppo breve per sviluppare un vaccino sicuro.

Movimento dei prezzi

Giovedì le azioni di Inovio hanno chiuso in rialzo del 2,7%, a 12,03 dollari. Il titolo ha poi aggiunto un altro 3% nella sessione seguente alla chiusura dei mercati, a 12,40 dollari.