Tesla, le opinioni di 4 analisti dopo il Battery Day

Ecco le opinioni degli analisti finanziari, dalla più rialzista alla più ribassista

Tesla, le opinioni di 4 analisti dopo il Battery Day
3' di lettura

Gli analisti hanno riferito le loro reazioni al tanto atteso Battery Day di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA).

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa dicono gli analisti su Tesla Alexander Potter, analista di Piper Sandler, ha una valutazione Overweight su Tesla con un prezzo obiettivo di 515 dollari.

L’analista di Needham Rajvindra Gill ha espresso una raccomandazione Underperform.

Dan Levy, analista di Credit Suisse, ha un rating Neutral e un prezzo target di 400 dollari.

L’analista di Wedbush Daniel Ives ha una valutazione Neutral e un prezzo obiettivo di 475 dollari.

Il vantaggio di Tesla Il Battery Day ha mostrato la persistente forza di Tesla, ha affermato Potter, analista di Piper Sandler.

“L’evento ha svolto un buon lavoro nel riassumere i motivi per cui il vantaggio di Tesla è insormontabile”, ha detto l’analista.

Levy di Credit Suisse ha affermato che gli ambiziosi piani di integrazione verticale possono portare a riduzioni dei costi su diversi fronti.

Questo è “un altro promemoria del fatto che Tesla è molto più avanti di altre case automobilistiche nella spinta verso i veicoli elettrici”, ha affermato l’analista.

Ives di Wedbush ha affermato che la società registrerà spese per la batteria notevolmente più basse, aggiungendo che questo aiuterà la leva a margine di Tesla e che porterà al veicolo da 25.000 dollari promesso da Musk.

“Gli obiettivi sui costi di produzione delle batterie sono sbalorditivi, e se raggiunti rappresenterebbero in futuro un potenziale punto di svolta per la struttura dei costi dell’azienda e per i prezzi delle auto”, ha affermato l’analista.

I nuovi costi permettono a Tesla di distinguersi dalle aziende rivali, ha aggiunto Ives.

Tesla ha dichiarato che prevede di produrre 20 milioni di auto all’anno.

Levy di Piper Sandler ha spiegato che questo obiettivo è 40 volte l’attuale volume annuale di Tesla e il doppio di quello di Toyota Motor Corp (NYSE:TM), il più grande produttore di auto al mondo.

Gene Munster di Loup Ventures ha affermato che il prezzo più basso dei veicoli Tesla renderà “progressivamente più difficile competere per le industrie automobilistiche tradizionali”.

La chiave per la produzione “Il principale fattore del successo della strategia di Tesla sarà la capacità di aumentare con successo la produzione”, ha detto Levy.

Non sarà facile aumentare la produzione delle nuove tecnologie, ha affermato l’analista.

Tesla dovrà lavorare sodo per realizzare i suoi ambiziosi obiettivi sulla tecnologia per batterie, ha aggiunto Levy.

Sempre secondo Levy, “il successo della strategia delle batterie Tesla dipenderà dalla sua capacità di aumentare con successo la produzione”.

Gill di Needham si è chiesto se l’integrazione verticale favorirà o sfavorirà Tesla.

“Abbiamo tre anni per scoprirlo”, ha detto l’analista.

Le sfide future “Anche se elogiamo i piani ambiziosi della società, riteniamo che questi rappresentino una mossa di per sé rischiosa, con una costosa realizzazione piani e diverse sfide operative”, ha affermato l’analista di Needham.

Gill prevede queste sfide alla luce della necessità di Tesla di aumentare la produzione.

Valutazione del titolo Nel 2020 le azioni di Tesla sono aumentate di oltre il 400%.

“Non crediamo che la società abbia una sufficiente leva sugli utili per giustificare il suo multiplo elevato”, ha affermato Gill.

Il titolo sta scambiando a multipli più alti sia rispetto al settore tech che a quello automobilistico, ha detto l’analista, aggiungendo che “il prezzo di Tesla riflette già uno scenario ottimale”.

Secondo l’analista di Needham, se i numeri o le performance di produzione e i costi per le nuove batterie non venissero raggiunti, le azioni potrebbero scendere.

Levy di Piper Sandler ha detto che gli investitori venderanno il titolo sulla notizia, dato che mancano ancora tre anni all’arrivo della nuova auto a basso costo.

Movimento dei prezzi TSLA Le azioni di Tesla erano in ribasso nell’after-market durante il Battery Day.

“Il movimento verticale del titolo nell’ultimo anno pone le basi affinché gli investitori si aspettino risultati immediati”, ha detto Munster del titolo.

Mercoledì, al momento della pubblicazione dell’articolo, le azioni Tesla erano in ribasso del 10,25%, a 380,75 dollari.

Foto gentilmente concessa da Tesla.