Prima dell’apertura di Wall Street, 13 ottobre 2020

Futures USA contrastati; attesa per utili JPMorgan e Citigroup

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi pre-market i futures azionari statunitensi sono contrastati; le grandi banche, tra cui JPMorgan Chase & Co. (NYSE:JPM) e Citigroup Inc. (NYSE:C), sono pronte a riportare gli utili per l’ultimo trimestre. Nella sessione precedente Wall Street ha registrato guadagni grazie alla spinta dei titoli tecnologici.

L’indice NFIB sull’ottimismo delle piccole imprese per settembre verrà pubblicato alle 6:00 ET, mentre l’indice dei prezzi al consumo per lo stesso mese sarà comunicato alle 8:30 ET. La dichiarazione di bilancio del Tesoro USA per settembre è prevista per le 14:00 ET. Il presidente della Federal Reserve di Richmond, Thomas Barkin, prenderà la parola alle 12:25 ET; la presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly, interverrà alle 20:25 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 113 punti, a 28.685, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 4,75 punti, a quota 3.528. I futures sul Nasdaq sono in rialzo di 88 punti, a 12.186,20.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più alto di casi e di decessi per coronavirus nel mondo, con un totale di oltre 7.804.330 contagi e circa 215.080 vittime. Intanto l’India ha confermato almeno 7.175.880 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 5.103.400 casi confermati.

Prezzi del petrolio sostanzialmente invariati, coi futures sul Brent in aumento dello 0,1%, a 41,75 dollari al barile; i futures sul WTI registrano un calo dello 0,1%, a 39,41 dollari al barile.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono in ribasso dopo aver chiuso perlopiù al rialzo la sessione precedente; l’indice spagnolo Ibex e lo STOXX Europe 600 scendono entrambi dello 0,5%, l’indice francese CAC 40 perde lo 0,4%, il DAX 30 tedesco segna -0,3% e il FTSE 100 di Londra è in calo dello 0,4%. Il tasso di disoccupazione nel Regno Unito è salito al 4,5% nel trimestre terminato ad agosto rispetto al 4,1% del periodo precedente, mentre nel secondo trimestre la produttività del lavoro è scesa del 2%, contro una stima preliminare che prevedeva un calo del 2,5%. Il governo del Regno Unito ha anche annunciato nuove restrizioni per contenere l’aumento dei casi di coronavirus. A settembre i prezzi al consumo in Germania sono diminuiti maggiormente dal 2015, scendendo su base annua dello 0,2%.

I mercati asiatici sono perlopiù in rialzo oggi; l’indice giapponese Nikkei è cresciuto dello 0,18%, il cinese Shanghai Composite è salito del 2,64% mentre l’indiano BSE Sensex è sceso dello 0,2%. A settembre le esportazioni dalla Cina sono aumentate su base annua del 9,9%, mentre le importazioni hanno avuto un incremento del 13,2%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di JP Morgan hanno alzato il rating di AGCO Corporation (NYSE:AGCO) da Neutral a Overweight e hanno annunciato un prezzo target di 97 dollari.

Lunedì le azioni AGCO sono salite dello 0,1%, chiudendo a 80,61 dollari.

Ultime notizie

  • Johnson & Johnson (NYSE:JNJ) ha dichiarato che la sua sperimentazione sul vaccino per il COVID-19 è stata sospesa dopo che un partecipante ha sviluppato una malattia inspiegabile.
  • Sanofi SA (NASDAQ:SNY) e Regeneron Pharmaceuticals Inc (NASDAQ:REGN) hanno rivelato che il loro farmaco per l’asma Dupixent (dupilumab) ha raggiunto i suoi endpoint primari e secondari chiave nell’ambito degli studi clinici randomizzati di Fase 3, nei quali viene dimostrato un miglioramento delle funzioni polmonari nei bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni.
  • Walt Disney Co (NYSE:DIS) ha annunciato un piano di riorganizzazione strategica delle sue attività di media e intrattenimento, che punta a una rinnovata attenzione al modello di streaming diretto al consumatore; Bob Chapek, amministratore delegato della società, ha affermato che i parchi a tema funzionano con una capacità del 25%.
  • Finance of America Equity LLC, sostenuta da Blackstone Group Inc (NYSE:BX), sta pianificando di quotarsi in Borsa attraverso una fusione con una società veicolo, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.