Acquisti insider della scorsa settimana: Del Taco, First American e altri

La scorsa settimana alcuni dirigenti aziendali hanno effettuato acquisti di azioni di notevole entità

Acquisti insider della scorsa settimana: Del Taco, First American e altri
4' di lettura
  • L’insider buying può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori quando i mercati affrontano un periodo di incertezza.
  • La scorsa settimana alcuni insider hanno acquistato azioni sulla scia dei resoconti degli utili.
  • Un paio di insider sono tornati ad acquistare azioni.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà e cercano di trarne profitto, dunque l’insider buying può essere un segnale incoraggiante per i potenziali investitori quando i mercati sono vicini ai massimi storici.

Sebbene per molti insider le finestre di acquisto siano state chiuse durante la stagione degli utili, altri hanno continuato a comprare nuove azioni nonostante la volatilità del mercato e l’incertezza economica. Ecco alcuni degli acquisti più interessanti da parte di insider resi noti la scorsa settimana.

Selecta Biosciences

La scorsa settimana un dirigente di Selecta Biosciences Inc (NASDAQ:SELB) ha acquisito in maniera indiretta oltre 5,31 milioni di azioni aggiuntive, a 2,17-2,80 dollari per azione; il valore totale della transazione è stato di oltre 13,36 milioni di dollari e la partecipazione del dirigente ora è arrivata ad oltre 14,48 milioni di azioni. All’inizio di questo mese il dirigente aveva già acquistato circa 3,73 milioni di azioni di questa azienda biofarmaceutica di fase clinica.

La terapia genica di Selecta ha ricevuto l’approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) la scorsa settimana e al termine della sessione regolare di venerdì il prezzo delle azioni era di 2,83 dollari; si tratta di un aumento di oltre il 16% nell’ultimo mese. Nelle ultime 52 settimane il titolo ha raggiunto un massimo di 4,83 dollari, ma ha un prezzo obiettivo di consenso di 6,71 dollari.

Radius Global Infrastructure

Un beneficiario effettivo di Radius Global Infrastructure Inc (NASDAQ:RADI), società con sede a New York, è tornato ad acquistare azioni della compagnia: l’azionista ha infatti recentemente acquisito 250.000 azioni a 8 dollari per azione, per una spesa di 2 milioni di dollari; la settimana precedente aveva già acquistato 500.000 azioni, e più di 668.000 azioni prima di questo periodo, tutte al medesimo prezzo.

Questi acquisti si producono dopo che di recente le azioni hanno iniziato a essere negoziate sul Nasdaq. Le azioni di questa società di infrastrutture di comunicazionei hanno chiuso le contrattazioni di venerdì a 7,82 dollari, al di sotto del prezzo di acquisto dell’insider. Fino ad ora il titolo è stato scambiato a un prezzo compreso fra 6,57 e 9,75 dollari per azione.

Del Taco Restaurants

L’operatore di ristorazione rapida e franchisor Del Taco Restaurants Inc (NASDAQ:TACO) ha visto un dirigente aumentare la propria partecipazione, acquistando 67.400 azioni in lotti a prezzi compresi fra 7,27 e 7,73 dollari per azione; il valore totale di queste transazioni è stato di oltre 504.500 dollari, portando la partecipazione del dirigente a oltre 429.700 azioni.

Gli investitori non sono rimasti colpiti dagli utili di Del Taco, che all’inizio di questo mese hanno battuto le stime degli analisti; all’ultimo controllo il prezzo delle azioni era di 8,12 dollari, al di sopra del prezzo di acquisto del dirigente, ma comunque in calo di quasi il 13% dalla pubblicazione del resoconto trimestrale. Nell’ultimo anno il titolo ha registrato un massimo di 10,43 dollari e ha un prezzo target di consenso di 11 dollari.

First American Financial

Subito dopo la pubblicazione di un resoconto degli utili superiore alle attese, un dirigente di First American Financial Corp (NYSE:FAF) ha acquistato 4.000 azioni della società con sede a Santa Ana (California) a circa 47,78 dollari per azione; il costo della transazione è stato di oltre 191.100 dollari ed ora la partecipazione del dirigente ammonta a quasi 38.100 azioni.

La scorsa settimana First American ha anche annunciato di aver ricevuto una ‘Wells notice’ (ovvero una lettera in cui si indica un’imminente azione penale nei confronti della società) da parte della Securities and Exchange Commission. Nell’ultima settimana il prezzo delle azioni è sceso di circa l’11%, in chiusura venerdì a 48,41 dollari. Il prezzo delle azioni è inoltre salito di più del 15% rispetto al minimo da inizio anno, registrato durante il sell-off di marzo dovuto alla pandemia. All’ultimo controllo, il titolo aveva un target price di consenso di 62,80 dollari.

Triumph Bancorp

A metà della scorsa settimana un dirigente ha acquisito 7.000 azioni di Triumph Bancorp Inc (NASDAQ:TBK); al prezzo di 26 dollari per azione, l’acquisto gli è costato 182.000 dollari. Si noti che questo dirigente ha effettuato l’acquisto sulla scia di un report del terzo trimestre migliore del previsto, seguito poi dal declassamento del titolo da parte degli analisti.

La chiusura più recente delle azioni di questa holding finanziaria con sede a Dallas è a quota 45,86 dollari, dopo essere balzate dell’8% la scorsa settimana e aver raggiunto un massimo pluriennale a 46,66 dollari; dal minimo di marzo il titolo è in rialzo di quasi il 46%. Il prezzo obiettivo di consenso è di soli 34,64 dollari.

Altri titoli

La scorsa settimana sono stati effettuati acquisti insider di entità minore anche presso Alcoa Corp (NYSE:AA), Blackstone Group Inc (NYSE:BX), Fastenal Company (NASDAQ:FAST), Texas Pacific Land Trust (NYSE:TPL) e West Pharmaceutical Services Inc. (NYSE:WST).