Prima dell’apertura di Wall Street, in ribasso i futures

Un’occhiata ai mercati; in primo piano gli utili di Disney e Cisco Systems

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultano sostanzialmente in calo, dopo il forte rimbalzo dei titoli tecnologici nella sessione precedente. Gli investitori sono in attesa dei rapporti sugli utili di Walt Disney Co (NYSE:DIS), TransDigm Group Incorporated (NYSE:TDG) e Cisco Systems, Inc. (NASDAQ:CSCO).

L’indice dei prezzi al consumo per ottobre e i dati sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione per la scorsa settimana saranno pubblicati alle 8:30 ET; il presidente della Federal Reserve Jerome Powell prenderà la parola alle 9:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 165 punti, attestandosi a 29.146, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 5,75 punti, a quota 3.562,25. I futures sul Nasdaq sono in ribasso di 17 punti, a 11.903.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più alto di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 10.401.130 contagi e circa 241.800 vittime. Intanto l’India ha confermato almeno 8.683.910 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 5.747.660 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo dello 0,4%, a 43,64 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso dello 0,3%, a 41,31 dollari al barile. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti verrà pubblicato alle 11:00 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono in territorio negativo; l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,7%, lo STOXX Europe 600 perde lo 0,5%, l’indice francese CAC 40 e il tedesco DAX 30 segnano entrambi -0,7% e il FTSE 100 di Londra è in calo dello 0,5%. Nel terzo trimestre il PIL della Gran Bretagna è diminuito su base annua del 9,6%, rispetto a una contrazione del 21,5% nei tre mesi precedenti. Tuttavia a settembre la produzione industriale del Paese è aumentata dello 0,5%.

Anche i listini asiatici hanno mostrato un ribasso generale; l’indice giapponese Nikkei è salito dello 0,68%, l’indice cinese Shanghai Composite ha perso lo 0,11%, l’Hang Seng di Hong Kong ha avuto un ribasso dello 0,22%, mentre l’indiano BSE Sensex e l’australiano S&P/ASX 200 hanno entrambi lasciato sul terreno lo 0,5%. Ad ottobre i prezzi alla produzione in Giappone sono diminuiti su base annua del 2,1%, contro un calo dello 0,8% a settembre.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno alzato il rating delle azioni Steven Madden, Ltd. (NASDAQ:SHOO) da Sector Weight a Overweight e hanno annunciato un prezzo obiettivo di 36 dollari.

Mercoledì le azioni Steven Madden hanno perso il 2,4%, chiudendo a 28 dollari.

Ultime notizie

  • Mercoledì Fossil Group Inc (NASDAQ:FOSL) ha registrato risultati migliori del previsto per il terzo trimestre.
  • Boeing Co (NYSE:BA) ha rivisto al rialzo del 6,3% le sue previsioni sul numero di aerei di cui le compagnie aeree cinesi avranno bisogno fino al 2039, a 8.600 unità, rispetto alla precedente stima di 8.090, secondo quanto riportato mercoledì da Reuters.
  • Hillenbrand, Inc. (NYSE:HI) ha riportato risultati positivi per il quarto trimestre; la società ha anche affermato di prevedere utili rettificati del primo trimestre compresi fra 0,65 e 0,75 dollari per azione.
  • La PlayStation5 di Sony Corporation (NYSE:SNE), acquistabile solo online, ha registrato il tutto esaurito sui principali siti in Giappone dopo che la società ha lanciato la console giovedì, secondo quanto riportato da Reuters.