Vaccino Covid: mancanza di dettagli nei dati di AstraZeneca

Geoffrey Porges, analista di SVB Leerink, segnala una mancanza di dettagli nei risultati divulgati da AstraZeneca in merito al suo vaccino contro il COVID-19

Vaccino Covid: mancanza di dettagli nei dati di AstraZeneca
3' di lettura

Lunedì AstraZeneca plc (NYSE:AZN) ha annunciato i dati provvisori di Fase 3 per il suo candidato vaccino contro il coronavirus – AZD1222 – relativi a studi condotti nel Regno Unito e in Brasile che mostrano un’efficacia compresa tra il 62% e il 90%.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa dicono gli analisti su AstraZeneca: Geoffrey Porges, analista di SVB Leerink, ha espresso una raccomandazione Outperform su AstraZeneca con un target price di 65 dollari.

Sachin Jain, analista di BofA Securities, ha mantenuto invece la valutazione Buy con un prezzo obiettivo di 69 dollari.

Secondo SVB, divulgazione dati prematura e insufficiente: In una nota di lunedì, Porger ha affermato che è probabile che il dato sull’efficacia media del 70% venga criticato dopo che AstraZeneca ha segnalato 132 casi di infezione nello studio cardine, venga criticato.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La società non ha rivelato informazioni inerenti ad alcun evento reale in termini di sicurezza, affermando che “non sono stati confermati casi di sicurezza gravi legati al vaccino”, ha dichiarato l’analista.

L’azienda ha cercato di proiettare l’efficacia del 90% in un sottoinsieme relativamente ridotto di soggetti – 2.741 partecipanti – che hanno ricevuto mezza dose di vaccino, seguita da una dose completa quattro settimane dopo, ha proseguito l’esperto di SVB Leerink.

Nella divulgazione di AstraZeneca non sono stati forniti dettagli quali il numero esatto di eventi in ciascuno studio o il modo in cui la società ha calcolato l’efficacia mista del 70% sull’intera coorte di 11.636 soggetti né l’efficacia in sotto-gruppi come le persone anziane, gruppi ad alto rischio o le minoranze, ha detto Porges.

“Riteniamo che la divulgazione dei dati sia prematura e insufficiente, ed è probabile che attiri una serie di critiche”, ha affermato l’analista.

L’azienda sta posizionando il prodotto come adatto all’uso nei Paesi meno sviluppati, dove le condizioni di conservazione relativamente favorevoli possono rappresentare un vantaggio.

Il vaccino di AstraZeneca non sarà mai concesso in licenza negli Stati Uniti alla luce del fatto che i progetti di studio cardine non sono conformi agli standard stabiliti dalla Food and Drug Administration e poiché si sono verificati gravi eventi che incidono sulla sicurezza che hanno portato a una sospensione clinica prolungata dell’iscrizione agli studi negli Stati Uniti, secondo l’analista di SVB Leerink.

L’esperto della società di investimento ha affermato di non essere molto positivo sulle prospettive di un vaccino COVID basato su adenovirus, poiché a quanto pare l’immunità preesistente o post-vaccinazione al vettore incide in maniera significativa sull’efficacia dei vaccini.

È dunque probabile che questi prodotti vengano considerati fornitori relativamente marginali nel mercato dei vaccini COVID-19 del futuro, ha affermato Porges.

Per BofA, vaccino necessario a livello mondiale nel 2021: l’efficacia del 90% del regime “prima dose come mezza dose” è paragonabile all’efficacia del 94-95% osservata con i vaccini di Pfizer Inc. (NYSE:PFE) e Moderna Inc (NASDAQ:MRNA), ha dichiarato Jain in una nota.

L’efficacia della dose normale è del 62%, ha affermato l’analista.

“Stiamo cercando ulteriori dettagli per capire se la suddivisione degli eventi sia simile alla suddivisione dei pazienti nei due regimi (circa il 25% dei pazienti con la “mezza dose”, il che implica soltanto il 35% circa con questa dose) e spiegazioni sulla migliore efficacia a un dosaggio più basso”, ha proseguito l’esperto di BofA Securities.

Al di là dell’efficacia e della sicurezza, probabilmente la fornitura di vaccini AstraZeneca si rivelerà necessaria per la vaccinazione a livello globale nel 2021, ha detto Jain.

Il candidato vaccino di AstraZeneca prevede inoltre una logistica più semplice rispetto a quelli di Pfizer e Moderna, ha concluso l’analista.

Movimento dei prezzi di AZN: all’ultimo controllo, le azioni AstraZeneca erano arretrate dell’1,71%, a 54,36 dollari.

Link correlato: Pfizer-BioNTech prime a richiedere l’EUA per vaccino Covid