Tori e orsi della settimana passata: Amazon, Apple e altri

Diamo uno sguardo ai principali segnali rialzisti e ribassisti per la settimana appena terminata rilevati da Benzinga

Tori e orsi della settimana passata: Amazon, Apple, Ford e altri
4' di lettura
  • La scorsa settimana Benzinga ha esaminato le prospettive di molti fra i titoli preferiti dagli investitori.
  • I segnali rialzisti della settimana hanno riguardato il produttore di iPhone, il colosso dell’e-commerce e un’importante compagnia aerea.
  • Un paio di produttori di veicoli e un’importante azienda di energia solare sono stati invece fra i segnali più ribassisti.

Dicembre è arrivato e anche se la scorsa settimana i principali indici statunitensi hanno registrato un leggero rialzo, è stata una settimana difficile per le big tech, che hanno dovuto affrontare le sfide imposte dal presidente USA, dalle fusioni, dagli ex dipendenti, dai regolatori e ancora regolatori.

Gran parte dell’attenzione sui vaccini contro il COVID-19 si è spostata sulle questioni legate alla loro distribuzione; i trader e gli investitori sono alla ricerca di indizi sull’andamento dei grandi rivenditori sinora in vista dell’inizio della stagione degli acquisti natalizi.

È stata anche una settimana che ha registrato dati sul lavoro deludenti, il ritorno di un ex capo della Fed, l’ennesima nuova piattaforma di streaming video, un colosso aerospaziale in difficoltà finalmente pronto a volare e un altro duro colpo per le sale cinematografiche.

Come al solito, Benzinga continua a esaminare le prospettive di molti dei titoli più apprezzati dagli investitori. Ecco alcuni degli interventi più rialzisti e ribassisti della scorsa settimana che meritano un’altra occhiata.

Prospettive al rialzo

Apple, secondo analista l’iPhone garantisce premio sull’S&P 500“, di Shanthi Rexaline, esamina i motivi per cui un analista rimasto in disparte per quasi due anni è diventato rialzista su Apple Inc. (NASDAQ:AAPL). Cosa suggeriscono i piani in materia di iPhone? E le vendite di Mac e iPad vedranno anch’esse un rialzo?

In “Amazon, trader in opzioni scommette su un rialzo del 42%“, Wayne Duggan spiega come almeno un grande trader di opzioni stia scommettendo sul fatto che il rally delle azioni Amazon.com, Inc. (NASDAQ:AMZN) continuerà per tutto il 2021, anche se dal giorno delle elezioni presidenziali i titoli di crescita come Amazon hanno sottoperformato i titoli value.

I nuovi prodotti e la crescita del portafoglio ordini nella divisione Healthcare di GE hanno indotto un aumento del target price sulle azioni di General Electric Company (NYSE:GE), secondo “General Electric, analista alza target price dopo aggiornamento su segmento healthcare“, di Priya Nigam. Guarda come la pandemia ha dato impulso a questa divisione.

United Airlines, prima scelta fra le linee aeree secondo RayJay per il recupero del settore viaggi“, di Jayson Derrick, si concentra sui motivi per cui un importante analista ritiene che United Airlines Holdings Inc (NYSE:UAL) sia in una posizione migliore rispetto ai rivali per trarre vantaggio da una ripresa post-pandemia nei viaggi. Vale la pena dare un’occhiata anche ad alcuni attori più piccoli?

Per ulteriori segnali rialzisti registrati la scorsa settimana, dai un’occhiata anche a questi articoli:

Prospettive al ribasso

Nell’articolo di Wayne Duggan “Trader ribassista in opzioni scommette $1,1mln che il titolo Ford scenderà nei prossimi 2 anni“, scopri perché un grande trader di opzioni sta scommettendo forte sul fatto che le azioni Ford Motor Company (NYSE:F) siano dirette al ribasso nel lungo termine: è colpa della strategia aziendale legata ai veicoli elettrici?

Morgan Stanley declassa Palantir“, di Shanthi Rexaline, mostra cosa è cambiato per la società di software Palantir Technologies (NYSE:PLTR) dalla sua quotazione diretta di settembre che impone di riesaminare la sua valutazione.

Il mutevole panorama politico ha conseguenze per First Solar, Inc. (NASDAQ:FSLR); così dice l’analista presente nell’articolo “Barclays declassa First Solar“, di Priya Nigam. C’è qualcosa che potrebbe aiutare a compensare i fattori di rischio a breve termine?

L’articolo “Nikola, altri problemi all’orizzonte per gli investitori“, di Jayson Derrick, sostiene che Nikola Corporation (NASDAQ:NKLA) dovrà affrontare un ulteriore ribasso, anche dopo che le azioni sono arretrate in seguito alla decisione, presa da General Motors Company (NYSE:GM), di rifiutare l’acquisizione di una quota di partecipazione nell’azienda produttrice di camion elettrici.

Non dimenticare di controllare anche questi altri segnali ribassisti:

Al momento della stesura di questo articolo l’autore non possedeva azioni dei titoli citati.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.