Moderna valuterà dosi di richiamo del vaccino anti-Covid

L’azienda vuole testare la seconda dose a un anno dalla somministrazione della prima; si partirà a luglio

Moderna valuta dose di richiamo del vaccino anti-Covid
2' di lettura

Moderna Inc. (NASDAQ:MRNA) intende testare l’efficacia delle dosi di richiamo del suo vaccino contro il COVID-19 a un anno dalla somministrazione delle dosi iniziali, come ha riferito giovedì la CNBC.

Cosa è successo: l’azienda biotecnologica prevede di iniziare lo studio sui partecipanti adulti nel mese di luglio, come rivelato lunedì dall’amministratore delegato Stéphane Bancel durante una presentazione aziendale alla 39a conferenza annuale di J.P. Morgan Healthcare.

Durante la conferenza Tal Zaks, direttore medico di Moderna, ha detto che la società prevede che l’immunità indotta dal vaccino duri almeno un anno, come ha riportato la CNBC; Zaks ha aggiunto che Moderna formulerà una “raccomandazione basata sui dati” in merito al grado di necessità di dosi di richiamo.

I primi partecipanti alla sperimentazione sul vaccino anti-Covid di Moderna hanno ricevuto le dosi a marzo, ha osservato la CNBC; a coloro i quali hanno ricevuto una dose inferiore rispetto a quella da 100 microgrammi autorizzata dalla Food and Drug Administration (FDA) verrà somministrata la dose di richiamo prima di un anno, mentre quanti hanno ricevuto un’iniezione da 100 microgrammi (o superiore) riceveranno la dose di richiamo alla scadenza dell’anno.

Guarda anche: Covid: FDA contro cambiamenti di dosi e tempi dei vaccini

Perché è importante: a dicembre il vaccino Moderna ha ricevuto l’autorizzazione all’uso di emergenza dall’FDA ed è l’unico farmaco attualmente autorizzato, oltre al candidato di Pfizer Inc. (NYSE:PFE) – BioNTech SE (NASDAQ:BNTX).

Gli esperti medici hanno esaminato la durata degli anticorpi neutralizzanti generati dai vaccini anti-Covid.

Un’analisi preliminare da uno studio relativamente piccolo del New England Journal of Medicine ha suggerito che, per alcuni soggetti appartenenti alla popolazione più anziana, l’immunità potrebbe durare meno di un anno, come riportato da Forbes.

All’inizio di questo mese, Bancel ha affermato che il vaccino anti-Covid di Moderna potrebbe fornire protezione per un paio d’anni, ma sono necessari ulteriori dati prima di poter fare una dichiarazione definitiva, come riportato da Reuters.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni MRNA hanno chiuso in rialzo del 4,5% a 129,72 dollari; nella sessione after-hours il titolo è salito di un ulteriore 0,6%.