Pre-market: futures USA contrastati, Microsoft supera attese

Un’occhiata ai mercati; il resoconto finanziario del secondo trimestre del colosso di Redmond batte le stime degli analisti

Pre-market: futures USA contrastati, utili Microsoft positivi

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultano contrastati, in vista della pubblicazione degli utili da parte delle big tech e della decisione sui tassi di interesse della Federal Reserve. Gli investitori sono in attesa dei rapporti sugli utili di Boeing Co (NYSE:BA), Facebook, Inc. (NASDAQ:FB), Apple Inc (NASDAQ:AAPL), Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) ed AT&T Inc. (NYSE:T).

I dati sugli ordini di beni durevoli per dicembre verranno pubblicati alle ore 8:30 ET, mentre il dato di gennaio dell’indice State Street sulla fiducia degli investitori sarà reso noto alle 10:00 ET. La Federal Reserve annuncerà le proprie decisioni in materia di politica monetaria alle 14:00; il presidente della Federal Reserve Jerome Powell terrà una conferenza stampa alle 14:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 91 punti, attestandosi a 30.751, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 5,75 punti, a quota 3.836,75; i futures sul Nasdaq sono in rialzo di 53,25 punti, a 13.538,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 25.439.570 contagi e circa 425.210 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 10.689.520 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 8.933.350 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,8% a 56,10 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,9% a 53,06 dollari al barile. La scorsa settimana le scorte di greggio statunitensi sono diminuite di 5,27 milioni di barili, secondo quanto riferito dall’American Petroleum Institute. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti verrà rilasciato alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini europei sono contrastati: l’indice spagnolo Ibex sale dello 0,1%, lo STOXX Europe 600 perde lo 0,1%, l’indice francese CAC 40 guadagna lo 0,3%, l’indice tedesco DAX 30 segna -0,4% e il FTSE 100 di Londra è in diminuzione dello 0,1%. A gennaio l’indice di fiducia dei consumatori in Francia è sceso a 92 rispetto al dato di 95 registrato a dicembre; l’indicatore del clima dei consumatori in Germania per il mese di febbraio è sceso a un minimo di otto mesi di -15,6.

Anche i mercati asiatici risultano contrastati: l’indice giapponese Nikkei ha guadagnato lo 0,31%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +0,11%, l’Hang Seng di Hong Kong ha perso lo 0,32% e l’indiano BSE Sensex ha fatto un tonfo del 2%; l’indice australiano S&P/ASX è sceso dello 0,7%. A novembre l’indice dei principali indicatori economici in Giappone è salito a 96,4; sempre nel mese di novembre, l’indice degli indicatori coincidenti è stato rivisto al ribasso a quota 89. Nel 2020 i profitti realizzati dalle imprese industriali cinesi sono cresciuti del 4,1% su base annua a 6.450 miliardi di yen. Nel quarto trimestre il tasso di inflazione annuale dell’Australia è salito allo 0,9%, mentre a dicembre l’indice di fiducia delle imprese è sceso a 4.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Baird hanno declassato Bed Bath & Beyond Inc. (NASDAQ:BBBY) da Outperform a Neutral e hanno aumentato il target price da 30 a 37 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni del gruppo hanno registrato un’impennata del 20,7% a 44,51 dollari.

Ultime notizie

  • Martedì Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT) ha registrato risultati più solidi del previsto per il secondo trimestre.
  • TE Connectivity Ltd (NYSE:TEL) ha registrato risultati positivi per il primo trimestre.
  • Starbucks Corporation (NASDAQ:SBUX) ha riportato vendite inferiori alle attese per il primo trimestre e ha anche emesso una debole guidance sugli utili per il trimestre in corso; inoltre le vendite comparabili globali dell’azienda sono in calo del 5%.
  • Advanced Micro Devices, Inc. (NASDAQ:AMD) ha riferito risultati migliori del previsto per il quarto trimestre e ha pubblicato solide previsioni di vendita per il primo.

Nessun Articolo da visualizzare