Novavax, accordo per distribuzione vaccini con Gavi

Dopo sette sessioni di contrattazioni in territorio negativo, il titolo reagisce alla notizia con un rialzo

Novavax, accordo per distribuzione vaccini con Gavi
2' di lettura

Il 9 febbraio le azioni di Novavax, Inc. (NASDAQ:NVAX) sono salite al massimo storico di 331,68 dollari, prima di iniziare a perdere vigore; da allora le azioni hanno ceduto terreno per sette sessioni consecutive, ma una notizia positiva annunciata dall’azienda sta causando un rialzo del titolo.

Cosa è successo: nella tarda giornata di giovedì Novavax ha annunciato un accordo con Gavi, una coalizione internazionale per i vaccini, per la fornitura di 1,1 miliardi di dosi complessive di NVX-CoV2373, il suo candidato vaccino a base di proteine ricombinanti contro il SARS-CoV-2.

Il contratto di fornitura è destinato alla COVAX Facility.

La coalizione COVAX è stata istituita per garantire a ogni Paese del mondo un accesso equo agli strumenti per combattere il COVID-19, compresi i vaccini. La coalizione è guidata da CEPI, Gavi e OMS; gli altri partecipanti includono i produttori di vaccini nei Paesi sviluppati e in quelli in via di sviluppo, l’UNICEF, la Banca mondiale, le associazioni della società civile e altri enti.

Novavax ha dichiarato che produrrà e distribuirà le dosi di vaccino contrattate a livello globale, in collaborazione con il Serum Institute of India (SII).
Gavi dirigerà la progettazione e l’implementazione della COVAX Facility e collaborerà con Novavax alla finalizzazione di un accordo di acquisto preventivo.

Cosa potrebbe succedere: al momento è in corso un trial di fase 3 per il candidato vaccino di Novavax negli Stati Uniti, Messico e Regno Unito, una sperimentazione di fase 2 in Sud Africa e uno studio di continuazione di fase 1/2 negli Stati Uniti e in Australia.

I risultati top-line dello studio di fase 3 nel Regno Unito hanno dimostrato una stima puntuale di efficacia del vaccino dell’89,3%; il candidato è stato tra i primi a dimostrarsi efficace sia contro le varianti originali che contro quelle che stanno rapidamente emergendo nel Regno Unito e in Sud Africa.

NVX-CoV2373 gode anche di un vantaggio logistico, dato che può essere spedito come formulazione liquida pronta all’uso e che è stabile ad una temperatura compresa fra i 2 e gli 8 °C.

Novavax ha già concluso accordi di fornitura con i governi di Corea del Sud, Canada, Svizzera, Australia, Nuova Zelanda, Regno Unito, Giappone e Stati Uniti; ha inoltre avviato la presentazione progressiva delle richieste regolatorie presso le agenzie di Regno Unito, Unione Europea, Stati Uniti e Canada.

Durante gli scambi pre-market di venerdì le azioni Novavax hanno fatto un balzo del 10,39% a 292,85 dollari.