Fauci: cruciale riprendere il vaccino J&J in tempi brevi

I commenti del Chief Medical Advisor della Casa Bianca sono stati rilasciati durante un intervista a Reuters

Fauci: cruciale ripristinare vaccino J&J in tempi brevi

Il dott. Anthony Fauci, consigliere della Casa Bianca in materia sanitaria, ritiene che le autorità regolatorie statunitensi prenderanno in tempi brevi una decisione per annullare la sospensione alla somministrazione del vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson (NYSE:JNJ) e per rimettere il vaccino “in carreggiata”.

Cosa è successo: Fauci ha rilasciato questi commenti giovedì nel corso di un’intervista a Reuters, il giorno dopo che un comitato consultivo presso i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha rinviato di almeno una settimana il voto per riprendere la somministrazione del vaccino J&J negli Stati Uniti.

Secondo Fauci, la sospensione ha mostrato che i CDC e la Food and Drug Administration prendono molto sul serio la sicurezza; Fauci, tuttavia, ha aggiunto che se la sospensione dovesse essere più lunga, ci sarebbero preoccupazioni non soltanto in merito a quel vaccino, ma coloro che sono già scettici potrebbero diventare ancor più riluttanti a farsi vaccinare.

“Penso che dobbiamo semplicemente continuare a sottolineare il fatto che questo è un vaccino molto efficace e che potrebbe essere utilizzato, ed essere molto, molto prezioso sulla scena globale”, avrebbe detto Fauci.

Leggi anche: AstraZeneca, Farxiga inefficace contro il COVID-19

Perché è importante: all’inizio di questa settimana le autorità sanitarie statunitensi hanno deciso di sospendere la distribuzione del vaccino J&J per indagare su un possibile legame fra il vaccino monodose ed episodi molto rari di coaguli di sangue. Sei donne di età compresa fra 18 e 48 anni hanno sviluppato coaguli di sangue dopo la vaccinazione: uno dei casi è stato fatale mentre l’altro versa in condizioni critiche.

I coaguli di sangue associati al vaccino J&J sono risultati molto simili a quelli osservati con il vaccino contro il COVID-19 realizzato da AstraZeneca plc (NYSE:AZN), che ha ricevuto diverse segnalazioni di coaguli di sangue in alcuni pazienti di diversi Paesi europei; l’Agenzia europea per i medicinali ora sta indagando sul vaccino J&J in merito ai potenziali rischi di trombi.

Ad ogni modo, non sono stati riscontrati coaguli di sangue con i vaccini sviluppati da Moderna Inc. (NASDAQ:MRNA) e da Pfizer Inc. (NYSE:PFE) / BioNTech SE (NASDAQ:BNTX); entrambi questi vaccini, che hanno ricevuto l’autorizzazione all’uso di emergenza negli Stati Uniti, impiegano un tipo di tecnologia diverso chiamato RNA messaggero. Il vaccino anti-Covid di AstraZeneca non ha ricevuto l’approvazione all’uso negli Stati Uniti.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni Johnson & Johnson hanno chiuso in crescita di quasi lo 0,3% a 160,39 dollari e nella sessione after-hours hanno guadagnato quasi lo 0,2% a 160,65.