Bharat Biotech, vaccino Covid costerà il doppio di AstraZeneca

Il costo del vaccino anti-Covid del partner indiano di Ocugen sarà il doppio rispetto a quello della casa farmaceutica anglo-svedese

Bharat Biotech, vaccino Covid costerà il doppio di AstraZeneca

Bharat Biotech International Ltd., partner indiano dell’azienda biofarmaceutica Ocugen Inc. (NASDAQ:OCGN) nella produzione del vaccino contro il COVID-19, farà pagare fino al doppio rispetto al suo principale rivale AstraZeneca plc (NASDAQ:AZN) per i suoi vaccini in India.

Cosa è successo: Bharat Biotech ha annunciato su Twitter che venderà il suo vaccino anti-Covid, il Covaxin, per 600 rupie (8 dollari) a dose ai governi statali e per 1.200 rupie (16 dollari) a dose agli ospedali privati; la società ha aggiunto di aver messo da parte il 50% della sua capacità produttiva per le forniture al programma di vaccinazione del governo indiano al costo di 150 rupie (2 dollari) per dose.

Bharat Biotech, inoltre, ha affermato che il prezzo di Covaxin nei mercati di esportazione è stato fissato in un intervallo compreso fra 15 e 20 dollari per dose.

A titolo di confronto, il rivale locale Serum Institute of India (SII) ha affermato che il suo vaccino Covishield sarà fornito ai governi statali per 400 rupie (5,35 dollari) a dose, mentre gli ospedali privati dovranno pagare 600 rupie (8 dollari) per dose; Covishield, il vaccino anti-Covid maggiormente disponibile in India, è prodotto da SII e sviluppato da AstraZeneca.

Leggi anche: Johnson & Johnson, vaccino Covid in India entro luglio

Perché è importante: l’annuncio dei prezzi da parte di Bharat Biotech giunge mentre l’India è alle prese con una seconda ondata devastante di pandemia di COVID-19; l’azienda sta aumentando la produzione per produrre 700 milioni di dosi di vaccino anti-Covid all’anno.

Bharat Biotech ha osservato che Covaxin è un vaccino inattivato e altamente purificato, il che rende la produzione costosa a causa della bassa resa di processo; la società, inoltre, ha dichiarato che il recupero dei costi è essenziale nel percorso di innovazione verso altri vaccini, incluso quello intranasale contro il COVID-19.

Giovedì scorso le azioni di Ocugen hanno avuto un aumento dopo l’annuncio dei dati clinici positivi per Covaxin da parte di Bharat Biotech e della posizione rialzista assunta dall’analista di Roth Capital Zegbeh Jallah.

In una nota, Jallah ha affermato che Ocugen dispone di informazioni sufficienti a sostenere la presentazione di una domanda di autorizzazione all’uso di emergenza per Covaxin presso la Food and Drug Administration negli Stati Uniti; l’approvazione potrebbe dare a Ocugen una significativa opportunità di generazione di ricavi, ha osservato l’analista.

A marzo è emerso che Ocugen prevede di vendere 100 milioni di dosi di Covaxin negli Stati Uniti.

Movimento dei prezzi: venerdì le azioni di Ocugen hanno chiuso in rialzo di quasi il 3,7% a 9,63 dollari, mentre le azioni di AstraZeneca hanno chiuso in calo di quasi lo 0,9% a 52,26 dollari.