Apple, politica sulla privacy preoccupa anche Alibaba

Non è solo Facebook a esprimere preoccupazioni in merito alla nuova politica sulla privacy

Apple, politica sulla privacy preoccupa anche Alibaba
2' di lettura

Il colosso cinese dell’e-commerce Alibaba Group Holding Limited (NYSE:BABA) è preoccupato per l’impatto delle nuove regole sulla privacy di Apple Inc. (NASDAQ:AAPL), secondo un report di The Information (tramite 9to5 Mac).

Cosa è successo: secondo il report, la scorsa settimana Alibaba ha invitato circa sei dirigenti del settore marketing per discutere su come la società possa proteggere il fatturato in seguito all’introduzione di App Tracking Transparency su iOS.

Tuttavia, secondo quanto riferito, all’incontro presso la sede di Alibaba a Hangzhou i dirigenti non sono riusciti a raggiungere un consenso su come gestire la nuova politica sulla privacy di Apple.

Le modifiche alle regole sulla privacy renderanno obbligatoria l’autorizzazione da parte dell’utente per la visualizzazione di annunci pubblicitari mirati; le modifiche alle regole sulla privacy offriranno agli utenti maggiore privacy dalla pubblicità mobile, ma sono poco apprezzate dagli sviluppatori di app, molti dei quali sono piccole imprese.

Perché è importante: l’azienda co-fondata da Jack Ma è preoccupata che le nuove regole sulla privacy di Apple possano avere un impatto negativo sul suo business pubblicitario, che rappresenta il 40% dei ricavi totali; in Cina ci sono oltre 300 milioni di utenti di iPhone.

Alibaba è già alle prese con problemi normativi in Cina e all’inizio di questo mese è stata colpita da una multa record di 2,8 miliardi di dollari per aver approfittato della sua posizione dominante di mercato nel Paese; a marzo, inoltre, il popolare browser Internet dell’azienda UC è stato rimosso dagli app store di diverse società Internet in Cina.

Alibaba, comunque, non è l’unica azienda a nutrire preoccupazioni circa l’impatto delle nuove regole sulla privacy di Apple sulla propria attività: Facebook Inc. (NASDAQ:FB), il secondo maggior destinatario di ricavi pubblicitari dopo Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL), ha aspramente criticato per mesi gli aggiornamenti sulla privacy di Apple, affermando che questi cambiamenti avrebbero danneggiato la sua attività e anche le piccole imprese.

Mercoledì Facebook ha avvertito che si prevede che nel corso dei prossimi trimestri l’aggiornamento a iOS14.5 lanciato di recente da Apple creerà un impatto negativo sul fatturato del colosso dei social media.

Secondo un report uscito a marzo, cinque delle maggiori società tecnologiche cinesi, fra cui Baidu Inc. (NASDAQ:BIDU), Tencent Holdings Ltd. (OTC:TECHY) e ByteDance, stanno testando diversi modi per aggirare la nuova funzionalità di privacy di Apple in modo da poter continuare a tracciare gli utenti senza il loro permesso; Apple, comunque, ha avvertito le società cinesi di non provare ad aggirare le sue nuove regole sulla privacy.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni di Alibaba hanno chiuso in ribasso di quasi l’1,1% a 234,18 dollari.