BlackRock: il mercato sovrastima la reattività della Fed a strappi dell’inflazione

1' di lettura

Il BlackRock Investment Institute mantiene la propria linea pro-rischio, nella convinzione che la Fed terrà la barra diritta nel tollerare inflazione sopra il target, e giudica sostanzialmente immotivati i timori di mercato

La Fed sta cercando di dare la maggior credibilità possibile al nuovo approccio tollerante sull’inflazione e ha posto molto in alto l’asticella per un cambiamento della politica ultra espansiva. Questo implica che se anche dovessero uscire dati sorprendenti al rialzo sull’inflazione nei prossimi mesi non impatteranno sull’outlook dei tassi di interesse della banca centrale. Per l’investitore questo implica di mantenere un atteggiamento pro-rischio, con un focus che si sposta dalla forza della ripartenza economica al fatto che i mercati non stanno interamente apprezzando l’impegno della Fed nella sua nuova strategia. I rischi riguardano possibili reazioni eccessive del mercato al rimbalzo della crescita e possibili peggioramenti delle dinamiche del virus.

LA FED NON SI FARÀ INFLUENZARE DAI DATI A BREVE

Sono le conclusioni cui giunge il BlackRock Investment Institute nel suo commento settimanale di mercato esprimendo la convinzione che strappi temporanei dell’inflazione non colmeranno il gap pluriennale accumulato ma condurranno semplicemente a un graduale rialzo di medio termine. Su un orizzonte strategico, BlackRock continua a sottopesare i bond governativi con una preferenza per i titoli con protezione dall’inflazione. I punti chiave da tenere fermi per BlackRock sono il fatto che i mercati non prezzano ancora correttamente la determinazione della Fed, che non si farà influenzare troppo dai dati sull’attività economica a breve termine…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.

Nessun Articolo da visualizzare