Nio, il CEO: vendite auto elettriche smart al 90% in Cina entro 2030

William Li crede che le vendite di auto elettriche smart in Cina potrebbero arrivare al 90% entro il 2030

Nio, il CEO: vendite auto elettriche smart al 90% in Cina entro 2030
1' di lettura

William Li, fondatore e amministratore delegato di Nio Inc (NYSE:NIO), ritiene che le vendite di veicoli elettrici in Cina potrebbero raggiungere il 90% entro il 2030, come riportato da cnEVpost.

Cosa è successo

Li ritiene che l’adozione dei veicoli elettrici in Cina crescerà rapidamente nel prossimo decennio e prevede che il contributo dei veicoli a nuova energia sarà di circa il 20% entro il 2025, secondo il report.

Li ha affermato che il 2021 sarà un anno importante dal punto di vista della trasformazione; il CEO ha sottolineato che nel primo trimestre le vendite di veicoli a nuova energia in Cina hanno superato il traguardo delle 460.000 unità e che anche un obiettivo annuale di oltre 2 milioni di veicoli sembra raggiungibile.

Leggi anche: Per il CEO Nio “ancora piuttosto stressata nel complesso”

All’inizio di questo mese la China Passenger Car Association (CPCA) ha migliorato le prospettive di vendita all’ingrosso dei veicoli a nuova energia a 2,4 milioni di unità rispetto alle stime precedenti di 2,2 milioni, prosegue il report.

Perché è importante

Secondo Li, nel primo trimestre la penetrazione dei veicoli a nuova energia nelle principali città cinesi ha superato il 22%, raggiungendo oltre il 33% a Shanghai – la città più grande del Paese e centro finanziario globale.

Leggi anche: Nio ottiene certificazione EWVTA per la sua ES8

Nio spera di replicare l’esempio della Norvegia, Paese in cui farà presto il suo debutto, e di espandersi ulteriormente in Europa; secondo Li, nel primo trimestre di quest’anno la penetrazione dei veicoli elettrici in Norvegia ha raggiunto il 57%, rispetto al 20% del 2019.

Movimento dei prezzi

Lunedì le azioni Nio hanno chiuso in aumento dell’1,90% a 46,55 dollari.

Foto per gentile concessione di Jengtingchen tramite Wikimedia