Square acquisisce Afterpay per 29 miliardi di dollari

L’acquisizione del servizio buy now, pay later giunge in seguito alle speculazioni su un ingresso di Apple nel settore  

Square acquisisce Afterpay per 29 miliardi di dollari
2' di lettura

Square Inc (NYSE:SQ) ha dichiarato che acquisirà il fornitore di servizi “buy now, pay later” Afterpay Limited, società quotata in Borsa in Australia.

Cosa è successo

Domenica la società guidata da Jack Dorsey ha annunciato di aver stipulato un atto di attuazione in base al quale acquisirà tutte le azioni di Afterpay attraverso una procedura di concordato approvata da un tribunale.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

L’accordo è valutato 39 miliardi di dollari australiani, o 29 miliardi di dollari USA (in base al prezzo di chiusura di venerdì delle azioni ordinarie Square), e sarà pagato tramite transazione all stock.

“Insieme, possiamo connettere meglio la nostra Cash App e gli ecosistemi dei Seller per offrire prodotti e servizi ancora più interessanti per esercenti e consumatori, riportando il potere nelle loro mani”, ha affermato Dorsey in una nota.

L’acquisizione dovrebbe concludersi nel primo trimestre dell’anno solare 2022.

Le azioni Square hanno chiuso la sessione regolare di venerdì con una flessione del 3,14% a 247,26 dollari e nella sessione after-hours hanno ceduto lo 0,51%.

Al momento della pubblicazione, le azioni di Afterpay quotate a Sydney erano in rialzo del 23,65% a 87,74 dollari.

Perché è importante

Square ha affermato che intende integrare Afterpay nelle sue attuali divisioni commerciali Seller e Cash App, il che consentirà anche al “più piccolo degli esercenti” di offrire l’opzione buy now, pay later (BNPL) al momento del pagamento.

I clienti di Afterpay avranno la possibilità di gestire i propri pagamenti rateali direttamente tramite Cash App, e i clienti di Cash App potranno scoprire gli esercenti e le offerte BNPL tramite l’app stessa.

Secondo quanto riferito da Bloomberg, Apple Inc (NASDAQ:AAPL) starebbe lavorando a una partnership in questo settore con Goldman Sachs Group Inc (NYSE:GS).

Il servizio di Apple, chiamato “Apple Pay Later”, consentirebbe ai clienti di pagare a rate qualsiasi acquisto fatto con Apple Pay, entrando in concorrenza con servizi analoghi offerti da Affirm Holdings Inc (NASDAQ:AFRM) e PayPal Holdings Inc (NASDAQ:PYPL).

Leggi anche: Cramer: Affirm è Buy malgrado concorrenza Apple