Alibaba conferma lo sviluppo di chip propri

Il gigante cinese intende così potenziare la propria attività di cloud computing

Alibaba conferma lo sviluppo di chip propri
1' di lettura

Martedì il colosso cinese dell’e-commerce Alibaba Group Holding (NYSE:BABA) ha confermato i piani per lo sviluppo di un processore interno che verrà utilizzato per alimentare l’attività di cloud computing.

Cosa è successo

Il chip del server Yitian 710 è sviluppato da T-Head, la divisione interna di Alibaba dedicata ai semiconduttori.

Il design si basa sull’architettura del produttore di chip britannico Arm Holding e utilizzerà la tecnologia a 5 nanometri, in fase di sviluppo dal 2019 e che dovrebbe potenziare i servizi cloud di Alibaba sfruttandone le prestazioni e l’efficienza energetica.

Perché è importante

L’incursione nel settore dei semiconduttori replica le mosse analoghe da parte degli attori rivali nel computing come Huawei Technologies e Amazon.com Inc (NASDAQ:AMZN).

Nel secondo trimestre di quest’anno Alibaba è stato il principale fornitore di cloud in Cina e la sua quota nel mercato cinese del cloud si è attestata al 33,8%, secondo un report pubblicato da Canalys.

Anche il governo cinese ha esortato le aziende leader di settore a investire nel settore dei chip interni a causa delle gravi carenze a livello mondiale che stanno colpendo industrie quali le automobili, le applicazioni elettroniche e gli smartphone.

Movimento dei prezzi

Lunedì le azioni Alibaba hanno chiuso in calo dello 0,68% a 166,82 dollari.

Foto per gentile concessione di Alibaba