Covid, CDC sostiene vaccini a mRNA rispetto a quello J&J

I Centers for Disease Control and Prevention consigliano l’inoculazione con Pfizer e Moderna rispetto al vaccino Johnson & Johnson per via dei casi di coaguli  

Covid, CDC sostiene vaccini a mRNA rispetto a quello J&J
2' di lettura

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno raccomandato i vaccini anti-Covid a RNA messaggero di Pfizer Inc (NYSE:PFE) / BioNTech SE (NASDAQ:BNTX) o Moderna Inc (NASDAQ:MRNA) rispetto a quello di Johnson & Johnson (NYSE:JNJ), che è stato collegato ad alcuni casi rari ma gravi di coaguli di sangue.    

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

  • La raccomandazione dei CDC è giunta in seguito a un voto di 15 a 0 da parte dei consulenti a favore dell’uso di vaccini diversi da quello di Johnson & Johnson.
  • All’inizio di questa settimana la Food and Drug Administration ha annunciato revisioni al foglietto informativo del vaccino Johnson & Johnson per aggiungere l’avvertimento sul raro disturbo della coagulazione. 
  • Secondo una dichiarazione, Johnson & Johnson resta fiduciosa sul fatto che i benefici del suo vaccino superino i rischi; gli studi hanno dimostrato che il farmaco “genera una forte risposta immunitaria anticorpale e cellulare, nonché una memoria immunitaria di lunga durata e un’ampiezza di protezione fra le varianti”. 
  • Questa nuova posizione probabilmente infliggerà un altro colpo all’uso del vaccino di Johnson & Johnson, il cui utilizzo era stato già impattato da problemi di produzione e dalle precedenti segnalazioni di alcuni destinatari del vaccino J&J, in particolare donne, che hanno avuto coaguli di sangue in combinazione con bassi livelli di piastrine.
  • I CDC hanno dichiarato che sono stati confermati 54 casi di coaguli negli adulti, inclusi nove decessi.
  • Johnson & Johnson ha affermato che lavorerà con i CDC sui prossimi passi da seguire e sostiene fortemente l’educazione in merito a eventi rari, come la trombocitopenia trombotica, e su come gestirli.
  • Movimento dei prezzi All’ultimo controllo, nella sessione pre-market di venerdì, le azioni PFE erano in calo del 2,68% a 59,61 dollari, le azioni BNTX cedevano il 3,74% a 275,07 dollari, le azioni MRNA erano in rosso dell’1,82% a 276,88 dollari e le azioni JNJ facevano segnare -2% a 159,55 dollari.
  • Foto di Spencer Davis da Pixabay

Leggi anche: Vaccino Johnson & Johnson, secondo warning dall’FDA



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!