Apple contro Facebook nella corsa al metaverso

Secondo Gene Munster di Loup Funds, Apple e Facebook rappresenteranno le scelte più sicure per investire nel metaverso; ognuna delle aziende offrirà i propri prodotti

Apple contro Facebook nella corsa al metaverso
2' di lettura

Il metaverso, che viene pubblicizzato come il prossimo grande tema emergente, è una rete di mondi virtuali 3D incentrati sulla connessione sociale. Questo comprende diverse tecnologie, fra cui realtà mista, internet, intelligenza artificiale, apprendimento automatico, blockchain e videogiochi. Le aziende, essendosi rese conto dell’enorme opportunità, stanno facendo di tutto per investire tempo e denaro in questo settore.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Apple e Facebook giocheranno un ruolo centrale

Gli investitori considerano Apple, Inc. (NASDAQ:AAPL) e Meta Platforms, Inc. (NASDAQ:FB) come due società che offrono le scelte più sicure per investire nel metaverso, ha dichiarato in una nota Gene Munster, Managing Partner di Loup Funds.

Dato che entrambe le società sono altamente redditizie, probabilmente svolgeranno un ruolo centrale nella definizione del metaverso, ha aggiunto l’esperto.

“Riteniamo che nel 2022 le società del metaverso con minori utili correranno un rischio, mentre le società che stanno costruendo il metaverso trarranno sicuramente beneficio da una corsa verso la qualità”, ha dichiarato l’analista.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Leggi anche: Apple, il meglio deve ancora venire! Cosa arriva nel 2022

Apple contro Facebook

E’ molto probabile che alla fine Apple avrà una famiglia di prodotti per cogliere le opportunità del metaverso, ha detto Munster; l’analista prevede di poter vedere un prototipo nel 2022.

Gli occhiali per realtà aumentata o realtà mista sono un logico contributo di Apple al metaverso, all’interno del quale le persone giocheranno e lavoreranno in mondi digitali maggiormente coinvolgenti, ha affermato Munster.

L’esperto di Loup Funds ha osservato che nel corso dei prossimi anni il metaverso verrà vissuto prevalentemente in 2D come si vede ora, ma Munster prevede che in futuro l’hardware alimenterà una maggiore presenza in 3D, mettendo a confronto Facebook ed Apple in una corsa per costruire visori convenienti e comodi attraverso i quali il mondo possa sperimentare il metaverso.

L’impegno di Facebook nel dar forma agli elementi costitutivi del metaverso è evidenziato dall’investimento della società nella sua divisione Reality Labs, ha affermato Munster; circa il 20% del team totale di Facebook – ovvero 10.000 dipendenti – è di stanza presso Reality Labs, rispetto a circa il 5% nel 2017, ha dichiarato l’analista, citando un report di The Information.

Secondo Munster, il cambio di nome di Facebook in Meta è un elemento rilevante poiché focalizza la cultura aziendale sulla costruzione del metaverso.

Foto per gentile concessione di Pixabay