Forex contro azioni

Diamo un'occhiata più da vicino alle somiglianze e alle differenze fra il trading azionario e il forex trading. Qual è quello giusto per te?

11' di lettura

Non è mai stato facile guadagnare denaro dal trading, tuttavia i progressi compiuti dai conti di intermediazione online e dai software di creazione grafici ti consentono di guadagnare denaro facendo trading comodamente da casa o dall’ufficio. Non si tratta più di qualcosa limitato a Wall Street.

Quando la maggior parte delle persone sente la parola “trading” pensa immediatamente al mercato azionario. Tuttavia il trading in forex attrae sempre più l’attenzione degli investitori man mano che il mercato si apre ad un numero sempre maggiore di operatori. Ma qual è il tipo di trading giusto per te, quello azionario o quello in forex? Esamineremo più da vicino le somiglianze e le differenze fra i due, mostrandoti i pro e i contro di ogni tipo di trading e offrendoti aiuto per iniziare ad operare sul tuo asset preferito.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Che cos’è il trading in Forex?

La parola “forex” è l’abbreviazione di “valuta estera”. Il trading in Forex è il processo di acquisto e vendita di valute diverse; a volte potresti sentire gli operatori fare riferimento al trading in forex come “cambio valuta” o “FX trading”. La maggior parte dei Paesi emette la propria valuta, e il valore di ciascuna varia rispetto ad un’altra; se hai viaggiato all’estero, potrebbe esserti capitato di convertire una piccola quantità di denaro nella valuta locale del Paese e aver scoperto che i tuoi soldi avevano un potere d’acquisto maggiore rispetto a casa.

Ad esempio, se viaggi in Vietnam potresti scoprire che un singolo dollaro USA vale oltre 23.000 dong vietnamiti; potresti pagare 5.000 dong vietnamiti (circa 0,20 dollari) per una bottiglia d’acqua che ti costerebbe 2 dollari se acquistata negli Stati Uniti.

I trader in Forex sfruttano questa differenza di valore scambiando strategicamente la loro valuta nativa con valute estere; l’obiettivo del trading in forex è dunque quello di acquistare una valuta quando è sottovalutata e venderla quando aumenta di valore in relazione alla valuta nativa.  

Che cos’è il trading azionario?

Il trading azionario comporta l’acquisto e la vendita di singole quote di una società, denominate “azioni”; una quota di azioni è un piccolo pezzo di proprietà di un’azienda. Come le valute, le azioni possono variare di prezzo durante il giorno, la settimana e il mese; fattori come il team direttivo di una società, lo stato generale dell’economia e le decisioni di natura aziendale che può prendere la società possono influenzare il valore di ogni singola quota azionaria.

Gli operatori di Borsa mirano ad acquistare un titolo quando è sottovalutato e a venderlo quando aumenta di valore. Esistono 2 tipi principali di operatori di Borsa che scambiano titoli azionari per ottenerne un profitto:

  • I trader attivi sono coloro i quali tentano di cronometrare il mercato su base mensile; essi possono effettuare 10 o più negoziazioni al mese e possono detenere i titoli per intere settimane prima di decidere di venderli. Quando decidono quali titoli acquistare e vendere, i trader più attivi tengono in considerazione elementi quali il consiglio di amministrazione e il futuro dell’azienda.
  • I trader giornalieri sono invece coloro i quali sfruttano i movimenti dei prezzi a breve termine; la maggior parte dei trader giornalieri non detiene le proprie azioni per più di 1 o 2 giorni alla volta. Molti di questi operatori vendono i loro titoli poche ore dopo averli acquistati; i day trader di solito non si preoccupano del funzionamento interno o dei consigli di amministrazione delle società di cui acquistano le azioni, ma si preoccupano soltanto della volatilità e delle fluttuazioni quotidiane di queste società. 

Somiglianze fra il trading in azioni e in forex

Il trading azionario e quello in forex sono simili per alcuni aspetti. Diamo un’occhiata ad alcune somiglianze fra queste due arene di trading comuni.   

Broker

Un broker è qualcuno che acquista o vende un asset per tuo conto in cambio di una piccola tariffa o commissione. Sia il trading azionario che quello in forex impiegano dei broker per facilitare le tue transazioni; puoi creare rapidamente un conto di intermediazione online e iniziare a fare trading non appena trasferisci i fondi sul tuo conto. Sebbene la maggior parte dei broker statunitensi offra accesso al mercato azionario, non tutti i broker offrono transazioni in forex; per saperne di più sui broker che offrono accesso al trading in valuta estera, dai un’occhiata al nostro elenco dei migliori broker forex.    

Trading a breve termine 

Sia gli operatori azionari che quelli in valuta estera si affidano a strategie di trading relativamente a breve termine. Di solito, un trader in azioni che negozia con l’intento di realizzare un profitto non sarà interessato a detenere le proprie azioni per gli anni a venire; allo stesso modo, un trader in forex vuole detenere valuta soltanto fino a quando non può scambiarla con la sua valuta di base realizzando un profitto.  

Analisi tecnica

L’analisi tecnica è un tipo di analisi finanziaria che utilizza modelli e indicatori per informare un trader quando questi deve acquistare o vendere un asset. Gli operatori che utilizzano l’analisi tecnica ai fini della propria strategia di trading in genere non trascorrono molto tempo a leggere le notizie o a ricercare il business plan di un’azienda, ma piuttosto preferiscono guardare i grafici a candele giapponesi per capire se a breve un titolo o una valuta scenderanno oppure aumenteranno di prezzo.

Sia i trader azionari che quelli in forex si affidano principalmente all’analisi tecnica quando decidono cosa devono comprare o vendere; dato che il prezzo di un titolo o di una valuta può variare da un minuto all’altro, è importante disporre di un programma di analisi tecnica affidabile sul quale basarsi per fare trading.  

Differenze fra trading in azioni e in forex

Il trading in forex e quello azionario contemplano anche una fondamentale serie di differenze da comprendere; diamo un’occhiata ad alcune di queste.  

Leva finanziaria

Nel mondo del trading, la “leva” è la possibilità di aprire sul tuo conto una posizione che è maggiore del capitale posseduto; potresti sentire alcuni trader fare riferimento all’uso della leva finanziaria con la definizione “negoziazione a margine”.

La leva finanziaria è generalmente espressa come rapporto. Ad esempio, supponiamo che tu abbia 100 dollari nel tuo conto di intermediazione e che il tuo broker ti offra una leva di 100 a 1: ciò significa che per ogni dollaro nel tuo conto di intermediazione, puoi negoziare come se avessi 100 dollari; se hai 100 dollari sul tuo conto e una leva 100:1, allora puoi piazzare un ordine di trading fino a 10.000 dollari.

La leva finanziaria è una parte cruciale del trading in forex, poiché di solito le valute non registrano forti fluttuazioni di prezzo. Per una valuta è normale vedere aumentare il proprio valore di appena 0,003 dollari in un’intera giornata; ciò significa che in genere avresti bisogno di almeno 100.000 dollari da investire per vedere un qualche tipo di profitto significativo sulle tue operazioni; la leva consente invece di trarre profitto dalle negoziazioni in valuta estera senza avere centinaia di migliaia di dollari da investire. D’altra parte, anche la leva finanziaria è rischiosa e può rapidamente spazzare via il tuo capitale se non esegui trade intelligenti.

La leva finanziaria è più rara sul mercato azionario; con la maggior parte dei broker potresti riuscire a trovare soltanto una leva con rapporto 2:1, tuttavia va anche detto che il valore delle azioni oscilla in maniera più drastica, il che significa che è necessario investire di meno per poter registrare un profitto. 

Orari di contrattazione

Il mercato valutario non è incentrato su un singolo fuso orario o gruppo di ore; ogni mercato forex ha i suoi orari di apertura. Diamo ora un’occhiata agli orari di apertura di alcuni dei maggiori mercati azionari del mondo.

  • New York apre alle 8 ET e chiude alle 17 ET;
  • Sydney apre alle 17 ET e chiude alle 2 ET;
  • Tokyo apre alle 19 ET e chiude alle 4 ET;
  • Londra apre alle 3 ET e chiude alle 12 ET.

La massima liquidità è osservabile durante la sovrapposizione fra gli orari di negoziazione, tuttavia il mercato forex è tecnicamente aperto 24 ore al giorno – tranne nei fine settimana – perché esiste una domanda globale di valuta che non è limitata ad un singolo fuso orario.  

Quando la maggior parte delle persone parla di trading azionario, si riferisce alle contrattazioni presso il New York Stock Exchange (NYSE), la più grande borsa valori del mondo; il NYSE è aperto dalle 9:30 ET alle 16:00 ET dal lunedì al venerdì, ed è chiuso durante i fine settimana nonché in occasione delle principali festività statunitensi (come il Natale e il Labor Day). 

Dimensioni di mercato

Molti trader preferiscono il mercato della valuta estera per via del suo enorme volume di scambi giornalieri; ogni giorno, il mercato forex infatti registra circa 5,1 trilioni di dollari in transazioni, rendendolo di gran lunga il principale mercato finanziario al mondo.

Il mercato azionario è significativamente più piccolo di quello forex; il NYSE infatti registra circa 169 miliardi di dollari in transazioni al giorno. Sebbene questo numero non includa il valore di trading giornaliero dei mercati esteri, il mercato azionario comunque non regge il confronto con quello valutario in termini di dimensioni. 

Pro e contro del trading azionario

Prima di iniziare a negoziare in azioni, assicurati di considerare i pro e i contro dell’ingresso in questo mercato.  

ProContro
Più facile iniziare: quasi ogni broker negli Stati Uniti offre una qualche forma di negoziazione sul NYSE; questo significa che avrai una scelta più ampia quando si tratterà di selezionare il broker giusto e un maggiore controllo sulla piattaforma da usare.

Un numero enorme di titoli da scambiare: attualmente ci sono oltre 2.000 titoli diversi quotati al NYSE e oltre 3.000 quotati al NASDAQ; questo elemento ti offre molte opzioni quando si tratta di scegliere dove investire il tuo denaro.

Maggiore volatilità: come regola generale, le azioni tendono ad essere più volatili rispetto alle valute. È normale che un titolo possa salire o scendere fino al 5% del suo valore in un giorno, mentre una valuta può aumentare o diminuire solo di una frazione di centesimo; questo aspetto ti consente di realizzare un profitto maggiore senza usare la leva. 
Leggi sul trading giornaliero: il mercato azionario è regolato dalla Securities and Exchange Commission (SEC), che regola chi può negoziare e quando. In base alle regole SEC, solo i trader che hanno un saldo di portafoglio di 25.000 dollari o superiore possono effettuare più di 3 operazioni giornaliere alla settimana.

Orario limitato: i principali mercati borsistici sono aperti solo nei giorni feriali dalle 9:30 ET alle 16:00 ET; se vivi al di fuori degli Stati Uniti (o nella West Coast) potresti avere difficoltà a trovare il tempo per effettuare operazioni durante i momenti più volatili della giornata. 

Pro e contro del trading in Forex

Anche il trading in Forex include una serie di pro e di contro unici.  

ProContro
Meno opzioni di trading: sei sopraffatto dal numero di titoli azionari disponibili per effettuare operazioni? Nel mercato forex le coppie valutarie più importanti sono solo alcune, così puoi confrontare tutte le alternative a tua disposizione.

Meno capitale necessario all’ingresso: a differenza del trading azionario, per iniziare a operare in forex non è necessario un saldo minimo regolato legalmente; tenendo conto della leva finanziaria, è possibile iniziare con una somma minima di 50 dollari.

Maggiore liquidità: per vendere una quota di azioni, qualcun altro sul mercato deve volerla acquistare; la maggior parte delle transazioni forex invece viene eseguita all’istante grazie all’enorme volume di scambi giornalieri e alla domanda pressoché costante del mercato valutario. 
Il pericolo della leva finanziaria: la leva finanziaria può essere una potente risorsa di trading ed è quasi sempre una necessità per negoziare in valuta estera, tuttavia può anche rapidamente cancellare il tuo deposito iniziale se fai anche solo una singola operazione sbagliata.

Meno opzioni di piattaforma: non tutte le società di intermediazione offrono la possibilità di fare trading in forex; questo significa che potresti avere alternative limitate riguardo alla piattaforma da utilizzare. 

Scegli lo stile di trading giusto per te

Sia che tu decida di iniziare il trading azionario o quello in forex, ti consigliamo di avere alle spalle un solido bagaglio di analisi tecnica; sia l’operatività in valuta estera che quella in azioni dipendono fortemente dai movimenti dei prezzi a breve termine, dunque un software aggiornato di creazione grafici è un must assoluto. Prima di investire i tuoi soldi, assicurati di saperne di più su come ottenere gratuitamente software di creazione grafici per il forex oppure il miglior software di trading azionario