Zepp Health pubblica i Rapporti 2021 sullo stato di salute degli utenti

6' di lettura

Gli utenti statunitensi sono quelli che camminano meno, e pochissimi tra loro rientrano nell’intervallo standard dell’IMC (indice di massa corporea); gli utenti italiani sono tra i più attivi, mentre gli spagnoli camminano più a lungo per tenersi in forma

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

CUPERTINO, California, 25 gennaio 2022 /PRNewswire/ — Zepp Health (NYSE: ZEPP), marchio leader dei dispositivi smart indossabili, ha recentemente pubblicato i suoi Rapporti 2021 sullo stato di salute degli utenti di cinque Paesi del mondo. I rapporti contengono informazioni chiave derivate dai dati di oltre 30 milioni di utenti a livello globale, acquisiti tramite i dispositivi smart indossabili dell’azienda nel corso del 2021. I dati raccolti sono stati elaborati utilizzando tecniche di mascheramento dei dati per garantire la privacy dei dati personali.

I dati ottenuti dai dispositivi di Zepp Health includono conteggio dei passi, durata del sonno, IMC, media degli allenamenti settimanali e livello di stress. Per fornire una prospettiva dello stato di salute mondiale, i rapporti mettono a confronto questi parametri in cinque Paesi, tra cui Stati Uniti, Spagna, Italia, Cina e Russia.

US users obtained the lowest daily average step counts; Italian users sleep sweetest

Risultati evidenziati:



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!
  • Sembra che gli utenti di questi cinque Paesi non abbiano ancora recuperato completamente le loro abitudini sul fronte dell’attività fisica rispetto al periodo precedente alle restrizioni per la pandemia.
  • Rispetto al 2020, un maggior numero di utenti registra in media meno di sette ore di sonno giornaliero.
  • L’aumento del livello di stress è associato a una frequenza cardiaca a riposo più elevata e a valori del sonno più bassi.
  • In tutti e cinque i Paesi, sono più numerose le utenti donne che rientrano nell’intervallo standard dell’IMC rispetto agli utenti uomini.
  • Gli utenti statunitensi hanno registrato il numero medio giornaliero di passi più basso, e solo il 33,3% rientra nell’intervallo standard dell’IMC.
  • Gli utenti cinesi hanno registrato la quantità minima di ore di sonno medie giornaliere.

Durata del sonno e livello di stress: gli italiani dormono meglio

Secondo l’analisi di Zepp Health sulla correlazione tra durata del sonno, livello di stress e IMC, la maggior parte degli utenti che dorme 7-8 ore al giorno gode di migliori condizioni di salute complessive con livelli di stress inferiori e rientra nell’intervallo standard dell’IMC. In base ai rapporti, gli utenti cinesi sono quelli che dormono meno, con una media inferiore alle sette ore al giorno.

La frequenza cardiaca a riposo (FCR) misura il battito cardiaco al minuto mentre il corpo è a riposo. I rapporti suggeriscono che gli utenti con livelli medi di stress sono soggetti a un aumento dell’FCR e a una diminuzione dei valori del sonno. D’altro canto, l’aumento dell’FCR è associato a un incremento del rischio di malattie cardiovascolari. Questi parametri informano gli utenti dei rischi per la salute associati allo stress eccessivo e allo scarso sonno.

I rapporti sottolineano inoltre che gli utenti statunitensi hanno elevati livelli di stress e dedicano poco tempo all’attività fisica, mentre gli utenti italiani hanno un buon livello di sonno quotidiano e dedicano più tempo all’attività fisica.

Attività fisica: l’allentamento delle restrizioni per la pandemia non ha cambiato veramente la situazione 

Secondo le linee guida dell’OMS, gli adulti tra i 18 e i 64 anni dovrebbero svolgere 150-300 minuti di attività fisica aerobica ad intensità moderata, o 75-150 minuti di attività fisica aerobica ad intensità elevata, o una combinazione equivalente delle due tipologie ogni settimana. In base ai rapporti, il 17,3% degli utenti italiani si allena più di una volta alla settimana, una percentuale significativamente più elevata rispetto alla Russia, dove solo l’8,3% degli utenti si allena più di una volta alla settimana.

Tuttavia, rispetto al 2020, il numero di utenti che si allenano più di una volta alla settimana rimane pressoché invariato in tutti i Paesi. Anche se le restrizioni relative alla pandemia si sono allentate, sembra che la maggior parte delle persone fatichi ancora a tornare alla frequenza di allenamento pre-pandemica.

D’altro canto, il numero totale di passi degli utenti negli Stati Uniti indica una riduzione del 6% rispetto ai dati raccolti nel 2020. Gli utenti negli Stati Uniti percorrono una media di 3,3 chilometri al giorno, una distanza significativamente più breve rispetto ad altri Paesi come la Spagna, che registra la distanza giornaliera più lunga con 4,9 chilometri.

Indice di massa corporea (IMC): preoccupa il fatto che sempre meno utenti statunitensi rientrino nell’IMC standard 

La saturazione di ossigeno nel sangue (SpO2 ) è un importante indicatore fisiologico della circolazione respiratoria. Livelli anomali di saturazione di ossigeno nel sangue possono causare danni ad altre parti del corpo, come il sistema nervoso centrale, il fegato e i reni, riducendo significativamente le prestazioni fisiche. Tra i cinque Paesi, la Russia ha chiaramente la più alta percentuale di utenti con livelli normali di saturazione di ossigeno nel sangue, mentre alla Spagna va il primato negativo. Anche il livello di saturazione dell’ossigeno nel sangue è correlato alla qualità del sonno; il rapporto indica che gli utenti con livelli normali di saturazione dell’ossigeno nel sangue tendono ad avere punteggi più alti nel sonno.

L’Indice di massa corporea (BMI) è un indicatore del peso. Secondo il rapporto, solo il 33,3% degli utenti americani rientra nell’intervallo standard dell’IMC. La Cina, d’altro canto, ha la più alta percentuale di utenti nell’intervallo standard dell’IMC con il 57,5%, seguita da Italia, Russia e Spagna.

In tutti e cinque i Paesi, sono più numerose le utenti donne che rientrano nell’intervallo standard dell’IMC rispetto agli utenti uomini. Guardando alle diverse fasce di età, fatta eccezione per la Cina, gli utenti nati dopo il 2000 tendono a ottenere prestazioni migliori rispetto agli altri per quanto riguarda l’IMC.

La missione di Zepp Health è collegare salute e tecnologia. Mentre la pandemia continua a promuovere una maggiore attenzione alla cura di sé, l’azienda incoraggia uno stile di vita più sano e produttivo per tutti. Secondo i rapporti di Zepp Health per il 2021 sullo stato di salute degli utenti in cinque Paesi del mondo, è possibile migliorare la propria salute dormendo a sufficienza e dedicando più tempo all’attività fisica. 

Informazioni su Zepp Health 

Zepp Health, leader globale nel settore dei dispositivi smart indossabili e della tecnologia dedicata alla salute, consente agli utenti di vivere una vita più sana ottimizzandone il percorso di salute e fitness attraverso i suoi principali marchi di consumo, tra cui Amazfit, Zepp, Zepp Clear e Zepp Aura. Grazie alla sua piattaforma proprietaria, che include Zepp OS, chip Huangshan, sensori biometrici e algoritmi di dati, Zepp Health offre informazioni e linee guida utili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per aiutare gli utenti a raggiungere i loro obiettivi di benessere. L’azienda ha inoltre applicato le proprie competenze in materia di intelligenza artificiale e miniaturizzazione alle tecnologie emergenti di imaging medico industriale e fornisce funzionalità analitiche e big data per supportare gli operatori in campo medico e diagnostico. Zepp Health ha spedito fino a oggi 200 milioni di dispositivi e i suoi prodotti sono disponibili in oltre 90 Paesi. Fondata nel 2013 come Huami Corp., è diventata Zepp Health nel febbraio 2021. L’azienda conta 1.300 collaboratori e uffici in Nord America, EMEA e APAC. Per ulteriori informazioni, visitare Zepphealth.com.