Il padre ricco oggi vede in Bitcoin la prossima occasione

L’autore del libro Rich Dad Poor Dad ha affermato che il crollo di Bitcoin è “una grande notizia” e che “sta arrivando il momento di arricchirsi” sulla criptovaluta

Il padre ricco oggi vede in Bitocoin la prossima occasione
2' di lettura

Robert Kiyosaki, l’autore del libro di educazione finanziaria più venduto al mondo, Padre ricco padre povero, ha affermato che il crollo del prezzo di Bitcoin (CRYPTO:BTC) oggi è “una grande notizia” e sta “arrivando” il momento di arricchirsi.

Cosa è successo

Il commento di Kiyosaki su Twitter è giunto dopo che nelle prime ore di lunedì il prezzo di Bitcoin era sceso al livello dei 33.000 dollari; l’autore di Rich Dad Poor Dad ha aggiunto che comprerà la principale criptovaluta al mondo “se e quando” testerà il livello dei 20.000 dollari. Al momento della pubblicazione, nella tarda serata di lunedì, Bitcoin era rimbalzato e scambiava in verde.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

L’autore di Padre ricco padre povero ha ricordato ai suoi follower su Twitter di aver acquistato Bitcoin quando la valuta digitale scambiava a 6.000 e a 9.000 dollari.

Leggi anche: Bitcoin torna a salire, ma non Ethereum. Cosa aspettarci?

Il noto investitore ha poi aggiunto che l’argento è il “miglior affare oggi”, poiché il prezzo del metallo prezioso è in calo del 50% rispetto al suo massimo storico.

Perché è importante

Per diversi mesi Kiyosaki ha messo in guardia dalla possibilità di un grave crollo del mercato azionario.

A settembre dell’anno scorso l’autore aveva previsto che un “gigantesco crollo del mercato azionario” si sarebbe verificato entro il mese successivo, mettendo in guardia dal fatto che le azioni si sarebbero rivelate pericolose.

A novembre Kiyosaki ha dichiarato che stava acquistando altri Bitcoin ed Ethereum (CRYPTO:ETH) per combattere l’inflazione.

L’autore ha avuto la percezione che Bitcoin fungesse da copertura contro l’inflazione nonostante nello stesso mese fosse emerso che Bitcoin aveva posto fine alla sua “correlazione da era pandemica” con i titoli tech iniziata a febbraio del 2020.

Foto per gentile concessione di Gage Skidmore tramite Wikimedia