Prezzi del petrolio oltre i $100 al barile: non accadeva dal 2014

Intervenendo al programma della CNBC ‘Options Action’, l’analista di Optimize Advisors Mike Khouw ha spiegato che il greggio potrebbe continuare a salire

Prezzi del petrolio oltre i $100 al barile: non accadeva dal 2014
1' di lettura

Giovedì il greggio Brent con consegna ad aprile è salito di oltre il 2%, superando la soglia dei 100 dollari al barile per la prima volta dal 2014.

Il greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) ha guadagnato 0,71 dollari — ovvero lo 0,8% — attestandosi a 92,81 dollari al barile, dopo essere salito fino a quota 100,54 dollari all’inizio della sessione.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Leggi anche: 4 ETF inversi sull’energia da seguire in questo periodo

Durante il programma della CNBC ‘Options Action’, Mike Khouw di Optimize Advisors ha dichiarato che giovedì il livello medio di opzioni call acquistate sul greggio WTI è risultato quasi tre volte superiore al normale. Sono state acquistate 14.612 opzioni call con scadenza ad aprile e prezzo di esercizio di 100 dollari ad un prezzo medio di 3,85 dollari per contratto, ha aggiunto Khouw.

Secondo l’analista, “gli acquirenti di queste call stanno ovviamente scommettendo sul fatto che il petrolio possa superare i massimi di oggi”.

I mercati si aspettano che i futures sul greggio WTI raggiungano un massimo di 103,85 dollari entro la scadenza di aprile.

Vuoi leggere altre notizie sui mercati azionari e le criptovalute? Non perderti la nostra newsletter per imparare a fare trading sulle opzioni.