Sorprendono HODL-er Bitcoin: resistono al calo azionario

Secondo Will Clemente, è “notevole” che un’alta percentuale dell’offerta di Bitcoin sia ferma da un anno nonostante il crollo del Nasdaq dai massimi

Sorprendono HODL-er Bitcoin: resistono al calo azionario
2' di lettura

L’analista Will Clemente ha sottolineato la sua sorpresa per la notevole convinzione degli HODL-ers (detentori a lungo termine) di Bitcoin (CRYPTO:BTC); il 64% dell’offerta di Bitcoin infatti non si è mossa da un anno nonostante l’indice tecnologico Nasdaq sia crollato del 18% dai suoi massimi.

Cosa è successo

Clemente ha twittato: “Sotto la superficie, c’è un gruppo di HODLer convinti che vedono BTC come la loro riserva di valore in mezzo a un’incertezza senza precedenti nei mercati. Davvero notevole”.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante

Giovedì l’analista di OANDA Craig Erlam ha affermato che il Nasdaq ha avuto una settimana più “turbolenta”, che invece Bitcoin è riuscita a scrollarsi di dosso.

“Forse è un segno del distanziamento dal legame tra le performance dei due”, ha detto Erlam in una nota.

Leggi anche: La Fed si fa hawkish, Bitcoin ed Ethereum in calo

Anche in termini di deprezzamento, Bitcoin è andato meglio del Nasdaq; dall’inizio del 2022, l’indice dei titoli tecnologici ha perso il 15,8%, mentre Bitcoin è sceso del 14,9%.

I dati di Glassnode indicano che l’offerta di Bitcoin detenuta dai “titolari a lungo termine”, ovvero quegli investitori che detengono i loro Bitcoin per un periodo di almeno 155 giorni, mercoledì ha toccato un massimo di 13,5 milioni di BTC, pari a 548,71 miliardi di dollari.

Offerta totale di Bitcoin detenuta dai titolari a lungo termine

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, Bitcoin era in rialzo giornaliero dello 0,5% a 40.668,52 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.