Come e dove comprare le criptovalute?

Che tu sia un trader principiante o avanzato, scopri con noi come fare trading di criptovalute; la nostra guida pratica fornisce istruzioni semplici da seguire.

10' di lettura

Vuoi passare direttamente alla risposta? Puoi scambiare criptovalute su Exodus, eToro, Gemini e Voyager!

A molti investitori piace fare trading con le criptovalute perché si tratta di un asset estremamente volatile. Con un corretto market timing, il trading di criptovalute può darti rendimenti molto più elevati rispetto agli investimenti tradizionali.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

I trader di criptovalute hanno spesso uno dei due seguenti obiettivi: accumulare Bitcoin oppure realizzare un profitto in valuta fiat. In un mercato rialzista delle criptovalute, è abbastanza facile che il tuo portafoglio aumenti di valore in valuta, ma è più difficile che salga il valore di Bitcoin. Per tracciare il valore di Bitcoin nel tuo portafoglio, puoi scambiare altcoin contro Bitcoin su exchange come Coinbase Pro.

Scambiando attivamente le tue criptovalute, puoi rischiare di andare incontro a delle perdite; dato che i prezzi delle crypto sono molto volatili, non è raro che i trader perdano rapidamente denaro facendo trading. Questo è il motivo per cui tanti appassionati di criptovalute si limitano a detenere (HODL) i loro Bitcoin.

Come fare trading di criptovalute

Ecco 6 passaggi da seguire per iniziare a far trading di criptovalute.

1. Crea un account su una piattaforma di crypto trading

A meno che tu non possieda già delle criptovalute, dovrai creare un account su una piattaforma di crypto trading. Coinbase, Gemini ed eToro sono tra le migliori piattaforme di crypto trading sul mercato; tutte e tre queste opzioni offrono un’interfaccia utente semplice e un’ampia varietà di altcoin tra cui scegliere.

Per creare un account, dovrai fornire alla piattaforma di crypto trading prescelta le informazioni di identificazione personale, in modo analogo all’apertura di un conto su una piattaforma di trading azionario; tra le informazioni comunemente richieste durante la configurazione dell’account, vi sono il numero di previdenza sociale (negli Stati Uniti), il proprio indirizzo, la data di nascita e l’e-mail.

2. Finanzia il tuo conto

Dopo esserti registrato a una piattaforma di crypto trading, dovrai collegare il tuo conto bancario. La maggior parte delle piattaforme offre la possibilità di finanziare il proprio conto di trading tramite carte di debito e bonifici bancari; il bonifico bancario è in genere l’opzione più economica per finanziare il tuo conto. Questa opzione è gratuita su Coinbase e Gemini.

3. Scegli una criptovaluta in cui investire

I trader di criptovalute più attivi destinano la maggior parte del loro capitale a Bitcoin ed Ethereum: queste criptovalute si muovono in modo più prevedibile rispetto alle altcoin più piccole, dunque fare trading con gli indicatori tecnici può essere più facile.  

Molti trader di criptovalute assegnano una parte del loro capitale ad altcoin più piccole; sebbene le criptovalute a capitalizzazione di mercato medio-piccola siano più rischiose delle crypto con una grande market cap, offrono un potenziale di rialzo più elevato. Molte piccole altcoin sono cresciute di oltre il 1.000% nel giro di pochi mesi, rendendole investimenti interessanti per gli investitori con un’alta tolleranza al rischio.

4. Scegli una strategia

Ci sono una miriade di indicatori di trading tra cui scegliere, e la maggior parte dei trader prende in considerazione molteplici fattori quando acquista e vende valute digitali; se sei nuovo nel mondo degli investimenti in criptovalute, potresti valutare l’idea di acquistare un corso di crypto trading.

Asia Forex Mentor è un’alternativa molto rinomata per imparare a investire in valuta estera, ma offre anche altri elementi di spunto, tra cui le criptovalute; il programma One Core è stato presentato da diversi siti di informazioni finanziarie ed è uno dei preferiti di Benzinga. Dai un’occhiata a una recensione della piattaforma, valuta la possibilità di iscriverti e cambia il tuo approccio al trading.

Se sei un trader esperto, potresti già avere una strategia che utilizzi per scambiare azioni; le strategie di trading azionario sono comunemente utilizzate anche per le criptovalute. Una strategia prediletta da molti trader è la Elliott Wave Theory: questa teoria si concentra sulla psicologia alla base del sentiment del mercato, quindi funziona particolarmente bene per asset speculativi come le criptovalute. 

5. Valuta la possibilità di usare il trading automatico di criptovalute

Quando cerchi una strategia di crypto trading, puoi provare il trading automatico con una piattaforma come Coinrule; i suoi bot di trading mettono in atto una strategia che ha lo scopo di darti i migliori risultati in base ai tuoi obiettivi di investimento. Poiché il trading automatico può fornirti una strategia prudente, neutrale oppure aggressiva, puoi scegliere se guadagnare rapidamente, detenere le tue monete o diversificare il tuo portafoglio.

Potresti anche valutare l’eventualità di fare crypto trading attivo su alcune piattaforme mentre utilizzi il trading automatico su altre.

6. Conserva le tue criptovalute

Se scambi attivamente le tue criptovalute, dovrai conservare i tuoi fondi sull’exchange per accedervi; se invece acquisti le crypto per conservarle a medio e lungo termine, dovresti procurarti un wallet di criptovaluta.

I wallet di criptovaluta sono disponibili come wallet software o wallet hardware: entrambi sono sicuri, ma i wallet hardware offrono la massima sicurezza poiché memorizzano le tue criptovalute su un dispositivo fisico, offline. Ledger è un ottimo marchio di wallet hardware di cui molti investitori si fidano per conservare i propri crypto asset. Se stai cercando un wallet software, ci sono diverse opzioni su iOS, Google Chrome e Android che possono essere utilizzate gratuitamente.

Uno dei migliori wallet software disponibili per i trader di criptovaluta è ZenGo. Questo wallet mobile utilizza l’autenticazione sicura a 3 fattori per proteggere i tuoi asset digitali, offrendo una sicurezza paragonabile ad altri wallet sul mercato; inoltre, ZenGo ti consente di acquistare, vendere e guadagnare interessi sugli asset digitali direttamente dal tuo wallet.

Confronta piattaforme ed exchange di criptovaluta

Esistono moltissime opzioni tra cui scegliere quando si tratta di piattaforme per il trading di criptovalute; Coinbase rappresenta un’ottima opzione per i nuovi investitori. Coinbase ha una funzione di conversione di criptovaluta gratuita grazie alla quale puoi scambiare le tue criptovalute con qualsiasi altro token supportato da Coinbase. 

Tra le piattaforme di crypto trading, altre solide alternative per i trader intermedi sono rappresentate da eToro, Webull e Gemini. Robinhood supporta anche alcune criptovalute, ma la piattaforma supporta il trading di sole cinque altcoin.

Cosa sono le criptovalute?

Sebbene esistano molti tipi diversi di criptovalute, hanno tutte una cosa in comune: operano sulla tecnologia blockchain, rendendole decentralizzate. La decentralizzazione delle operazioni finanziarie attraverso le criptovalute offre diverse efficienze rispetto al sistema finanziario tradizionale, tra cui:

  • Elimina quasi tutti i costi generali associati alle banche
  • Transazioni meno costose che possono essere inviate e ricevute a livello internazionale
  • Inflazione o offerta finita scritta nel codice: non c’è bisogno di fidarsi della Federal Reserve
  • I derivati finanziari come strategie di trading e prestiti possono essere codificati direttamente su alcune blockchain di criptovaluta, sostituendo la necessità di intermediari finanziari.

La maggior criptovaluta al mondo, Bitcoin, viene utilizzata come “oro digitale”; in sostanza, Bitcoin è una materia prima utilizzata come riserva di valore. Ethereum è la seconda criptovaluta al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 380 miliardi di dollari; gli sviluppatori possono sviluppare smart contract sulla blockchain di Ethereum per creare alternative decentralizzate alle funzioni bancarie tradizionali, come il prestito e il trading.

Selezionare gli investimenti in criptovaluta

Non esiste una singola criptovaluta migliore delle altre, ma potrebbe esserci la migliore per un determinato caso d’uso: ad esempio, Bitcoin è la crypto migliore da utilizzare come asset riserva di valore perché ha l’adozione più diffusa e un’offerta finita di 21 milioni di monete.

La gran parte dei principali progetti crypto in circolazione rientra tra le prime 50 criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato, mentre la maggior parte delle criptovalute a bassa market cap ha casi d’uso discutibili oppure non ha mantenuto le promesse, dunque quest’ultima categoria di valute digitali è generalmente più rischiosa delle monete a capitalizzazione di mercato più grande, come Bitcoin ed Ethereum.

È importante investire in criptovalute che abbiano un solido team a sostenere il progetto. Per avere informazioni su una criptovaluta, si consiglia sempre di leggere il white paper, in modo da avere un’idea di come funziona quella specifica crypto e qual è l’uso previsto.

Le criptovalute del metaverso sono state un’asset class rovente all’inizio di quest’anno: token come MANA e SAND sono valute in-game dei metaversi basati rispettivamente sulle blockchain Decentraland e The Sandbox. Un evento chiave a cui prestare attenzione sarà il passaggio di Ethereum al meccanismo di consenso Proof-of-Stake (PoS) nell’estate di quest’anno, con la rete che smetterà di adottare il meccanismo Proof-of-Work, ritenuto dannoso per l’ambiente.

Tuttavia, il passaggio al PoS non dovrebbe ridurre le commissioni di transazione sulla rete, il che rappresenta uno dei maggiori punti deboli per gli utenti. Un’altra soluzione a cui prestare attenzione nel 2022 sarà il costante sviluppo delle soluzioni di scaling di Layer 2 come Polygon: reti come Polygon mirano a ridurre significativamente le commissioni gas e i tempi di transazione sulla blockchain di Ethereum, rendendola così più accessibile agli utenti.

Ethereum ha registrato una forte crescita a causa dello sviluppo della finanza decentralizzata (DeFi) e dei token non fungibili (NFT), e anche altre altcoin hanno osservato un netto incremento di valore nel corso dell’ultimo anno. Ethereum continua a suscitare molto interesse grazie alla varietà di applicazioni finanziarie costruite sulla sua blockchain e alla possibilità che hanno gli sviluppatori di dare vita a nuovi progetti blockchain.

Come funzionano le criptovalute?

Le criptovalute sono asset digitali alimentati dalla blockchain. La tecnologia blockchain conserva un ledger di ogni transazione della criptovaluta su ogni nodo che alimenta la blockchain; i nodi sono computer collegati alla rete di Bitcoin per minare BTC. Se uno di questi miner tenta di inserire delle transazioni false, la transazione verrà annullata dal ledger corretto.

Il ledger corretto è determinato dalla maggior parte delle registrazioni dei miner. In teoria, potresti hackerare una blockchain controllando il 51% della rete della criptovaluta tramite un processo chiamato “attacco del 51%”, ma si tratta di una strategia economicamente impossibile da attuare, poiché richiederebbe un attacco hacker estremamente coreografico con hardware per computer del valore di diversi miliardi di dollari, se non migliaia di miliardi.

Per effettuare transazioni con una criptovaluta, è necessario disporre di un set di chiavi pubbliche e private. Queste chiavi sono come delle password che vengono generate dal tuo wallet di criptovaluta; la tua chiave pubblica è collegata all’indirizzo del tuo wallet e consente alle persone di inviarti criptovalute. La tua chiave privata viene utilizzata per approvare le transazioni inviate dal tuo wallet: solo tu hai accesso alle tue chiavi private. 

Contrariamente a quanto si crede, molte criptovalute non hanno un’offerta limitata: l’offerta totale di Bitcoin è limitata a 21 milioni di monete, ma molte altcoin hanno un tasso di inflazione fisso senza limiti all’offerta totale, come Ethereum.  

Vantaggi e svantaggi dell’investimento in criptovalute

Gli investitori sono attratti dalle criptovalute a causa della loro elevata volatilità: non è raro che il prezzo di una criptovaluta oscilli di oltre il 10% in un solo giorno. Questo è ottimo se stai cercando rendimenti elevati, ma se sei un investitore avverso al rischio, investire in crypto potrebbe non essere la scelta adatta a te. 

Trading di criptovalute e trading azionario

Il trading di criptovalute è spesso visto come un’attività caratterizzata da un rischio maggiore rispetto al trading azionario, ma dipende da quali azioni o criptovalute scambi e da come lo fai; il trading di penny stock o di opzioni può essere altrettanto — se non più — rischioso del trading di criptovalute.  

Prima di fare crypto trading, sii consapevole che rischi di perdere denaro sul mercato. Se credi davvero nel futuro delle criptovalute, detenere i tuoi crypto asset a lungo termine potrebbe essere più vantaggioso che cercare di fare market timing.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.