Palmer di Dogecoin: le cripto sono “politicamente neutrali”?

Ecco le dichiarazioni su questo tema di Jackson Palmer, uno dei creatori della criptovaluta meme

Palmer di Dogecoin: le cripto sono “politicamente neutrali”?
2' di lettura

Il co-creatore di Dogecoin (CRYPTO:DOGE) Jackson Palmer ha contestato le affermazioni secondo cui le criptovalute sono politicamente neutrali.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Palmer domenica ha pubblicato via Twitter un estratto di un’intervista di Vice con la direttrice strategica di CoinShares, Meltem Demirors.

Il co-creatore di Dogecoin ha dichiarato: “Molte persone affermano che le criptovalute sono politicamente neutrali, nonostante i suoi principali promotori raccontino una storia molto diversa”.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Demirors ha dichiarato nell’estratto: “Aiuterò a mettere le persone in carica. Dobbiamo creare un nuovo partito politico”. 

“Non credo che il sistema bipartitico in America funzioni. Penso che ora siamo a un punto dell’ecosistema crypto in cui abbiamo abbastanza risorse, abbastanza ricchezza e abbastanza persone che vedono il mondo attraverso la stessa lente da poter effettivamente iniziare a mettere in atto un cambiamento reale”.

Perché è importante

Palmer, che ha creato Dogecoin insieme a Billy Markus, a luglio aveva affermato che nonostante si sostenga da più parti che le criptovalute siano decentralizzate, in realtà esse sono controllate da un piccolo gruppo di ricchi.

Demirors lavora per CoinShares, una società che gestisce 4 miliardi di dollari in asset per conto di una base di clienti globale, secondo il sito web dell’azienda. 

In passato Demirors ha contribuito a creare Digital Currency Group, una società di venture capital con sede nel Connecticut che gestisce ETF come il Grayscale Bitcoin Cash Trust (OTC:BCHG). 

Nell’intervista di marzo con il produttore esecutivo di Vice Krishna Andavolu, Demirors ha parlato della storia e della cultura di Bitcoin.

Nel corso dell’intervista, Demirors ha ricordato che “Bitcoin era di natura profondamente ideologica e molto strettamente allineato con il cripto-anarchismo”.

Demirors ha spiegato che in origine Bitcoin non era legato all’idea di fare soldi o di diventare un “milionario o miliardario”, ma piuttosto su come usare quella tecnologia per “sovvertire l’attuale clima politico, economico e sociale”.

“Il grande esperimento che stiamo tentando è la separazione tra denaro e stato”, ha detto Demirors.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, Dogecoin era in calo giornaliero del 2,93% a 0,07607 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.