7 titoli “di conforto” da acquistare durante il Coronavirus

Lo scenario di incertezza economica creato dalla pandemia di Coronavirus ha colpito le entrate di tanti settori, ma alcune aziende specializzate in generi di conforto sono posizionate meglio per reggere l'urto

COVID=19 Azioni

Senza dubbio in questi giorni i cittadini statunitensi stanno affrontando un livello di stress raramente sperimentato prima. I dati suggeriscono che alcuni di loro ricorrono a vizi quali l’uso di alcol, tabacco e cannabis per affrontare la fase di crisi legata al COVID-19. Nel frattempo, i giocatori d’azzardo si sono spostati online a causa della chiusura dei casinò.

Quando i tempi sono buoni, la gente è solita festeggiare con un drink, una sigaretta o un lancio di dadi. Quando i tempi sono duri, ricorre a queste stesse attività come distrazione o mezzo di automedicazione. Indipendentemente dal vostro giudizio in merito a questo tipo di attività, ecco sette “sin stock” che secondo gli analisti di Morningstar subiranno un significativo rialzo.

Philip Morris International Inc. (NYSE: PM)

Philip Morris è la piu’ grande azienda di tabacco al mondo per valore di mercato, con una fetta di quasi il 30% del mercato internazionale di sigarette e tabacco riscaldato.

L’analista Philip Gorham afferma che la fidelizzazione dei clienti di Marlboro è estremamente elevata e Philip Morris ha un notevole potere sui prezzi. La società ha il vantaggio di essere tra i primi ad essersi occupata di tabacco riscaldato per sigarette elettroniche, ma resta da vedere se quest’ultimo riuscirà a controbilanciare interamente i volumi di sigarette persi in questo periodo.

Gorham afferma che se il lancio iQOS, acronimo di “I Quit Ordinary Smoking” (il sistema brevettato dall’azienda per utilizzare il tabacco anche nelle sigarette elettroniche), avesse successo negli Stati Uniti, genererebbe entrate completamente incrementali dato che attualmente l’azienda non ha prodotti statunitensi.

Le azioni di Philip Morris pagano anche un dividendo considerevole del 6,9%.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e un target di prezzo di 98 dollari per il titolo di Philip Morris.

Cronos Group Inc (NASDAQ: CRON)

Cronos è uno dei “Grandi Quattro” produttori legali canadesi di cannabis e proprietario di marchi come PEACE NATURALS, COVE e Lord Jones.

Nel primo trimestre, Cronos ha registrato una sorprendente crescita del fatturato del 180%, ma ha anche registrato una perdita operativa di 45 milioni di dollari. L’analista Kristoffer Inton afferma che la causa della perdita è da ascrivere alle svalutazioni, associate ai prezzi più bassi dovuti all’eccesso di offerta sul mercato canadese.

Tuttavia, le svalutazioni di Cronos sono in calo, mentre le perdite di altri produttori di cannabis sono in aumento, sostiene Inton.

Morningstar prevede che la domanda canadese di cannabis crescerà del 20% all’anno nei prossimi dieci anni, e Cronos ha il bilancio adatto per espandere la sua quota di mercato.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e una stima di fair value di 8,50 dollari per il titolo.

Las Vegas Sands Corp. (NYSE: LVS)

Las Vegas Sands è un operatore di casinò internazionale che possiede resort e hotel casinò a Las Vegas, Macao e Singapore.

L’analista Dan Wasiolek afferma che Macao e Singapore rappresentano il fulcro del caso rialzista della compagnia. Macao rappresentava circa il 59% degli utili di Sands nel 2019 e Singapore un altro 31%.

Wasiolek afferma inoltre che l’operatore occupa una posizione dominante nella Striscia di Cotai ad alta crescita e avrà un duopolio a Singapore almeno fino al 2030.

Le chiusure dovute all’epidemia di COVID-19 a Las Vegas, insieme ad un calo del 97% delle entrate lorde da gioco a causa del Coronavirus possono destare preoccupazioni, ma Wasiolek prevede che Las Vegas Sands avrà 18 mesi di liquidità a ricavi quasi nulli.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e una stima del fair value di 62 dollari per il titolo di Las Vegas Sands.

British American Tobacco PLC (NYSE: BTI)

British American Tobacco è la terza società di tabacco al mondo per valore di mercato. Possiede marchi come Lucky Strike, Newport e Camel e ottiene il 45% delle sue entrate dal mercato statunitense.

In un momento in cui i volumi delle sigarette sono probabilmente in declino secolare, secondo Gorham l’accelerazione del calo dei volumi di British American nell’anno finanziario 2019 potrebbe essere particolarmente preoccupante per gli investitori.

Tuttavia, l’analista riferisce che la società potrebbe essere meglio posizionata per capitalizzare sulla prossima generazione di prodotti del tabacco, compresi i marchi Vype e Vuse e il marchio di tabacco riscaldato Glo.

Inoltre, l’acquisizione di Reynolds American da parte della British American è stata una mossa strategica molto convincente, dato il suo potere di prezzo e il valore dei suoi asset.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e un target di prezzo di 59 dollari per il titolo di British American Tobacco.

Anheuser Busch Inbev NV (NYSE: BUD)

Anheuser Busch Inbev è il più grande produttore di birra al mondo, nonche’ proprietario di marchi come Budweiser, Beck’s e Corona.

Gorham afferma che, nonostante il peggio della crisi legata al Coronavirus non sia ancora arrivato per Anheuser Busch, la società ha molta liquidità per affrontarla.

Nel lungo termine, secondo l’analista, il fatto che la società detenga quasi il monopolio e dei vantaggi in termini di costi nei mercati sviluppati rende il titolo un solido investimento e, ai livelli attuali, il suo potenziale per la generazione di flussi di cassa liberi non è pienamente incluso nelle valutazioni.

Gorham prevede che i volumi diminuiranno del 20% nella prima metà del 2020 e solo del 7% nella seconda metà dell’anno.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e una stima del fair value di 96 dollari per il titolo di Anheuser Busch Inbev.

Altria Group Inc (NYSE: MO)

Altria Group è una delle più grandi aziende produttrici di tabacco al mondo, ma e’ anche uno dei “sin stock” più diversificati di tabacco. Oltre ad essere la società madre di Philip Morris USA, Altria ha una partecipazione di oltre il 10% in Anheuser Busch, una partecipazione del 35% nella società leader nell’ambito delle sigarette elettroniche JUUL, nonché una partecipazione del 45% nel titolo di cannabis Cronos.

Gorham ha affermato che l’epidemia di COVID-19 ha certamente sconvolto il business di Altria, ma il suo andamento economico di fondo del primo trimestre sembra essere robusto.

Il volume delle spedizioni di sigarette è aumentato del 6%, e la direzione della società ha confermato la sua guidance secondo la quale quest’anno il volume dell’intero settore segnerà un calo compreso tra il 4% e il 6%.

Morningstar ha espresso una raccomandazione Buy e una stima del fair value di $54 il titolo MO.

Constellation Brands, Inc. (NYSE: STZ)

Constellation Brands è uno dei maggiori produttori mondiali di vino, bevande alcoliche e birra importata e possiede marchi come Arbor Mist, Black Velvet e SVEDKA. Constellation ha recentemente aumentato a quasi il 40% la sua quota di partecipazione del principale produttore canadese di cannabis, Canopy Growth Corp.

L’analista Nicholas Johnson ha affermato che, per il momento, la linea di business della birra di Constellation dovrebbe aiutare a sostenere le cifre, mentre il sell-off (vendita indiscriminata) del titolo l’ha spinto a livelli “incredibilmente bassi”.

In effetti, data la sua previsione rialzista a lungo termine per Constellation, Johnson ha dichiarato che si tratta della sua prima scelta tra i titoli dei gruppi specializzati in bevande.