Acquisti insider: Foot Locker, Icahn Enterprises e altri

La scorsa settimana alcuni dirigenti aziendali hanno effettuato acquisti di azioni di notevole entità

Acquisti insider: Foot Locker, Icahn Enterprises e altri
4' di lettura
  • L’insider buying può essere un segnale incoraggiante per i potenziali investitori quando i mercati affrontano un periodo di incertezza.
  • La scorsa settimana alcuni insider hanno aumentato le proprie quote di partecipazione in diversi REIT, in un rivenditore specializzato e in un colosso degli alimenti confezionati.
  • La scorsa settimana alcuni insider sono tornati a fare acquisti.

La saggezza convenzionale vuole che gli insider e i proprietari di una quota di almeno il 10% di una società comprino le azioni della stessa per un solo motivo: credono che il prezzo del titolo salirà e cercano di trarne profitto; dunque l’insider buying può rappresentare un segnale incoraggiante per i potenziali investitori, in particolare quando c’è incertezza sui mercati, come si è verificato prima e dopo le elezioni presidenziali USA e con l’aggravarsi della pandemia.

Sebbene siano molti gli insider che non hanno effettuato acquisti durante ciò che rimane della stagione degli utili, molti altri hanno invece continuato a comprare nuove azioni malgrado la volatilità del mercato e l’incertezza economica. Ecco alcuni degli acquisti più interessanti da parte di insider resi noti la scorsa settimana.

La scorsa settimana un azionista di Foot Locker, Inc. (NYSE:FL) è tornato ad acquistare quasi 1,15 milioni di nuove azioni di questo rivenditore di calzature ad un prezzo compreso fra 36,94 e 39 dollari per azione, per un ammontare di poco meno di 43,65 milioni di dollari; l’azionista ha così portato la propria quota ad oltre 12,72 milioni di azioni. Viene riferito che il flottante totale è di oltre 96 milioni di azioni; la società ha inoltre annunciato che il prossimo aprile si dimetterà il suo direttore finanziario.

La scorsa settimana, il fondo di investimento immobiliare (REIT) American Homes 4 Rent (NYSE:ANH) ha visto uno dei suoi azionisti comprare 152.000 azioni tramite fondo fiduciario; a prezzi compresi fra 28,82 e 29,25 dollari per azione, l’acquisto ha superato i 9,93 milioni di dollari. Ora l’azionista vanta una quota di 16,93 milioni di azioni, rispetto ad un flottante di oltre 270 milioni di azioni. Occorre notare che inoltre la scorsa settimana un altro paio di insider hanno venduto 139.500 azioni.

Un dirigente di Multiplan Corp (NYSE:MPLN) ha acquistato indirettamente più di 826.200 azioni di questa azienda sanitaria con sede a New York; ad un prezzo di 6,89-7,02 dollari per azione, il totale di queste transazioni è stato di oltre 5,78 milioni di dollari. Peraltro la scorsa settimana il titolo ha registrato alcune attività insolite nel mercato delle opzioni. MPLN ha chiuso la settimana a 7,59 dollari per azione, dunque l’acquisto da parte del dirigente sembra aver avuto un ottimo tempismo; la partecipazione di quest’ultimo è salita ad oltre 3,35 milioni di azioni.

A metà della scorsa settimana, un dirigente di Kraft Heinz Co (NASDAQ:KHC) ha acquisito indirettamente 90.000 azioni di questo colosso degli alimenti confezionati; ad un prezzo di 33,19-33,25 dollari per azione, la transazione ha avuto un costo totale di 2,99 milioni di dollari. Le azioni di questo popolare titolo da pandemia (con il suo rendimento da dividendi di circa il 4,7%) hanno chiuso le contrattazioni della scorsa settimana a 34,12 dollari per azione, dunque anche questo acquisto insider sembra essere stato effettuato al momento giusto.

La scorsa settimana Earnest Rady, amministratore delegato di American Assets Trust, Inc (NYSE:AAT), è tornato alla finestra di acquisto e ha pagato circa 29 dollari per azione per comprare altre 50.000 azioni della società; le azioni, acquistate indirettamente, gli sono costate più di 1,45 milioni di dollari, portando così la sua partecipazione in questo REIT con sede a San Diego a oltre 1,67 milioni di azioni. Dopo un guadagno di circa il 3% nell’ultima settimana, l’ultima volta le azioni sono state viste scambiate a 31,08 dollari l’una, un livello superiore rispetto agli ultimi prezzi di acquisto di Rady.

Un dirigente di Icahn Enterprises LP (NASDAQ:IEP) ha acquisito più di 16.700 azioni di questo conglomerato con sede in Florida; i prezzi di acquisto sono stati compresi fra 49,54 e 50,25 dollari per azione, dunque l’acquisto, effettuato all’inizio della scorsa settimana, è costato al dirigente più di 836.600 dollari. La scorsa settimana le azioni hanno guadagnato poco meno del 2%, e l’ultima volta sono state viste scambiare a 50,98 dollari per azione. Si noti che da marzo il titolo è stato scambiato sostanzialmente tra i 45 e i 55 dollari per azione, e dall’inizio dell’anno è in calo di circa il 17%.

La scorsa settimana sono stati effettuati acquisti insider di entità minore anche presso le biotech Amarin Corporation plc (NASDAQ:AMRN), Amicus Therapeutics, Inc. (NASDAQ:FOLD) e Biogen Inc (NASDAQ:BIIB), presso le società di servizi pubblici Black Hills Corp (NYSE:BKH) e Consolidated Edison, Inc. (NYSE:ED), presso le società energetiche CNX Resources Corp (NYSE:CNX) ed Enterprise Products Partners LP (NYSE:EPD), e infine presso le aziende di prodotti di consumo Coty Inc (NYSE:COTY) e Hormel Foods Corp (NYSE:HRL).

Al momento della stesura di questo articolo l’autore non possedeva azioni dei titoli citati.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.