Ribilanciamento S&P 500 e Nasdaq: cosa c’è da sapere

Ecco tutte le informazioni che servono ai trader in vista di questo evento storico

Ribilanciamento S&P 500 e Nasdaq: cosa c’è da sapere
3' di lettura

Nei prossimi giorni i trader presteranno attenzione a una maggiore volatilità sui mercati, nell’ottica di un importante ribilanciamento sia dell’indice S&P 500 che del Nasdaq 100.

Cos’è il ribilanciamento? S&P Global e Nasdaq Inc (NASDAQ:NDAQ) modificano regolarmente i componenti dei loro popolari indici S&P 500 e Nasdaq 100.

I nuovi titoli che soddisfano i requisiti di capitalizzazione di mercato e di redditività vengono aggiunti agli indici, mentre le società i cui requisiti scendono al di sotto della soglia di inclusione vengono rimosse; l’indice S&P 500 viene ribilanciato su base trimestrale, mentre il Nasdaq 100 viene ribilanciato annualmente.

Stavolta il Nasdaq 100 e l’S&P 500 verranno ribilanciati lunedì 21 dicembre, prima dell’apertura del mercato.

Titoli in movimento: rispetto all’S&P 500, questa volta il Nasdaq 100 rimescolerà un maggior numero di aziende; i seguenti sei titoli verranno aggiunti al Nasdaq 100 prima dell’apertura di lunedì:

  • American Electric Power Company Inc (NASDAQ:AEP)
  • Marvell Technology Group Ltd. (NASDAQ:MRVL)
  • Match Group Inc (NASDAQ:MTCH)
  • Okta Inc (NASDAQ:OKTA)
  • Peloton Interactive Inc (NASDAQ:PTON)
  • Atlassian Corporation PLC (NASDAQ:TEAM)

Quei titoli sostituiranno questi sei, che verranno rimossi dall’indice:

  • BioMarin Pharmaceutical Inc. (NASDAQ:BMRN)
  • Citrix Systems, Inc. (NASDAQ:CTXS)
  • Expedia Group Inc (NASDAQ:EXPE)
  • Liberty Global PLC (NASDAQ:LBTYA)(NASDAQ:LBTYK)
  • TAKE-TWO INTERACTIVE SOFTWARE, INC (NASDAQ:TTWO)
  • Ulta Beauty Inc (NASDAQ:ULTA)

L’S&P 500 effettuerà un singolo cambiamento, che potrebbe tuttavia dimostrare di avere un impatto molto maggiore rispetto ai titoli sopramenzionati.

Lunedì infatti Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) si unirà all’S&P 500, sostituendo Apartment Investment and Management Co (NYSE:AIV).

Cosa aspettarsi: Tesla sarà di gran lunga la più grande compagnia mai aggiunta all’S&P 500, indice ponderato per capitalizzazione di mercato.

Quando nel 2010 Berkshire Hathaway (NYSE:BRK-A) (NYSE:BRK-B) è stata aggiunta all’indice, il conglomerato guidato da Warren Buffett aveva una ponderazione iniziale di circa l’1,4%, simile a quella dell’1,5% che avrà Tesla quando lunedì si unirà all’indice in qualità di sesto maggior componente.

La capitalizzazione di mercato di Tesla, di 590 miliardi di dollari, oggi fa impallidire la market-cap da 160 miliardi di dollari che aveva Berkshire al momento della sua inclusione.

Dato che sono molti gli investitori istituzionali e i fondi che seguono l’S&P 500 e il Nasdaq 100, il ribilanciamento potrebbe innescare alcuni volumi estremi di acquisto e di vendita, specialmente quando si tratta di Tesla.

“Questo è un elemento importante se stai scambiando questi titoli… è importante capire che se entrano o escono, venerdì ci saranno alcuni movimenti strani su di essi”, ha detto Dennis Dick, co-conduttore del PreMarket Prep di Benzinga.

“Forse questo ti porterà ad un target; forse questo ti farà uscire da qualcosa o entrare su qualcosa; forse c’è una pressione di acquisto che ti farà uscire dal tuo swing trade”.

Data la volatilità associata al ribilanciamento, Dick ha detto che i trader dovrebbero sempre prestare attenzione ai titoli che entrano ed escono dagli indici principali.

Il punto di vista di Benzinga: venerdì e lunedì i trader dovrebbero fare attenzione all’estrema volatilità sia sui titoli specificamente menzionati che sull’SPDR S&P 500 (NYSE:SPY) e sull’Invesco QQQ Trust Series 1 (NASDAQ:QQQ).

Non fraintendetemi, Tesla si prenderà le prime pagine dei giornali, dato il suo aumento del 768% nell’ultimo anno e il fatto che forzerà un volume di acquisto di circa 83,1 miliardi di dollari da parte delle società di gestione di fondi indicizzati, come Fidelity e Vanguard.