Apple, cambio di politica per i bonus ai dirigenti

La società di Cupertino vuole modificare i bonus per conformarli ai ‘valori Apple’, con attenzione anche al tema ESG e alle iniziative di comunità

Apple, cambio di politica per i bonus ai dirigenti
2' di lettura

Martedì Apple Inc (NASDAQ:AAPL) ha informato la Securities and Exchange Commission (SEC) attraverso un proxy statement del fatto che, a partire dal 2021, modificherà gli incentivi in denaro per i dirigenti al fine di integrare i “valori di Apple” e le iniziative di comunità.

Cosa è successo: Apple ha affermato che i valori riguardano i settori ambientale, sociale e di governance (ESG) e che il cambiamento è stato attuato per “motivare ulteriormente il team esecutivo di Apple a soddisfare standard estremamente elevati di leadership basata su valori, oltre a fornire solidi risultati finanziari”.

Non sono previste modifiche relative ai premi o alla soglia dei requisiti e degli obiettivi di performance, secondo quanto riferito dall’azienda guidata da Tim Cook.

Apple ha affermato che il suo comitato per la remunerazione utilizzerà un modificatore per stabilire un aumento o una diminuzione dei bonus fino al 10%, in base alle prestazioni dei dirigenti in materia di valori Apple e di importanti iniziative di comunità durante l’anno.

Perché è importante: il colosso dell’elettronica di consumo ha messo in evidenza il nuovo modificatore raccomandando al contempo di votare contro la proposta degli azionisti di ridurre la retribuzione dei dirigenti armonizzandola alla paga media dei dipendenti Apple, ha riferito Reuters.

Guarda anche: Apple, neutralità carbonica per supply chain e prodotti

Il compenso di Cook nel 2021 includerà, per la prima volta da quando è stato promosso alla carica di CEO, un premio azionario a lungo termine.

“Questo premio uniformerà maggiormente la struttura dei suoi incentivi azionari basati su tempo e performance con i premi dei nostri altri dirigenti nominati”, ha spiegato la società.

Lo stipendio di Cook nel 2020, di 14,8 milioni di dollari, è 256 volte superiore alla retribuzione media di Apple di 57.783 dollari, come ha osservato Reuters; a settembre Cook ha ricevuto la sua prima remunerazione azionaria, del valore di oltre 114 milioni di dollari.

Movimento dei prezzi: martedì le azioni Apple hanno chiuso in rialzo di quasi l’1,2% a 131,01 dollari per poi scendere nell’after-market dello 0,27%.

Nessun Articolo da visualizzare