Pre-market: futures USA arretrano dopo rally di lunedì

Un’occhiata ai mercati; greggio in ribasso dell’1%; si attendono gli utili di Target, AutoZone, Abercrombie & Fitch e Hewlett Packard

Sedute USA
Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in ribasso dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones è salito di oltre 600 punti. Durante il fine settimana la Camera dei Rappresentanti USA ha votato a favore del pacchetto di aiuti contro la crisi Covid da 1.900 miliardi di dollari voluto dal presidente Joe Biden. Gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili di Target Corporation (NYSE:TGT), AutoZone, Inc. (NYSE:AZO), Abercrombie & Fitch Co. (NYSE:ANF) e Hewlett Packard Enterprise Co (NYSE:HPE).

I dati sulle vendite di autoveicoli negli Stati Uniti per il mese di febbraio verranno resi noti oggi; Lael Brainard, membro del consiglio dei governatori della Federal Reserve, parlerà alle 13:00 ET; la presidente della Federal Reserve di San Francisco, Mary Daly, interverrà alle 14:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 63 punti, attestandosi a 31.446, mentre quelli sull’S&P 500 hanno registrato una diminuzione di 13 punti a quota 3.885,75; i futures sul Nasdaq hanno segnato un ribasso di 48,50 punti, a 13.231,25.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 28.664.450 contagi e circa 514.650 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 11.124.520 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 10.587.000 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo dell’1,1% a 63,02 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso dell’1% a 60,04 dollari al barile. Il rapporto dell’American Petroleum Institute sulle scorte di petrolio greggio verrà pubblicato nel corso della giornata.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono in rosso: l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,6%, lo STOXX Europe 600 arretra dello 0,1%, l’indice francese CAC 40, il tedesco DAX 30 e il FTSE 100 di Londra fanno segnare tutti e tre -0,2%. A febbraio la crescita annuale dei prezzi delle abitazioni nel Regno Unito è salita al 6,9% dal 6,4% di gennaio; a gennaio le vendite al dettaglio in Germania sono diminuite del 4,5%, mentre il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 4,6%.

I listini asiatici sono per lo più in territorio negativo: l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,86%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -1,2%, così come l’Hang Seng di Hong Kong; l’indiano BSE Sensex è cresciuto dello 0,6%, mentre l’indice australiano S&P/ASX 200 ha osservato una flessione dello 0,4%. La Reserve Bank of Australia ha mantenuto il suo tasso d’interesse invariato allo 0,1%; durante il quarto trimestre l’avanzo delle partite correnti dell’Australia è cresciuto a 14,52 miliardi di dollari australiani contro la cifra rivista di 10,71 miliardi nel periodo precedente. A gennaio il tasso di disoccupazione del Giappone è rimasto invariato al 2,9%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno alzato il rating di Akamai Technologies, Inc. (NASDAQ:AKAM) da Sector Weight a Overweight e hanno annunciato un target price di 119 dollari.

Negli scambi in pre-market Akamai Technologies ha guadagnato l’1,1% a 97 dollari.

Ultime notizie

  • Nio Inc – ADR (NYSE:NIO) ha registrato una perdita più ampia del previsto per il quarto trimestre ma ha emesso una solida guidance sui ricavi per il primo trimestre; il produttore di veicoli elettrici ha anche annunciato un calo su base mensile delle consegne per il mese di febbraio.
  • XPeng Inc. (NYSE:XPEV) ha confermato i resoconti dei media inerenti alle nuove versioni a basso costo della sua gamma di veicoli, che saranno dotati di batteria al litio-fosfato; separatamente, la società ha registrato un netto calo delle consegne su base mensile.
  • Zoom Video Communications Inc (NASDAQ:ZM) ha riportato risultati migliori del previsto per il quarto trimestre e ha emesso una solida guidance sugli utili.
  • Square Inc. (NYSE:SQ) ha ufficialmente dato il via alle operazioni bancarie quasi un anno dopo aver ricevuto l’approvazione condizionale delle autorità per gestire una banca.