Pfizer, i dati sugli adolescenti rafforzano il caso rialzista

Gli analisti sono ottimisti dopo l’uscita dei dati di efficacia del vaccino anti-Covid sugli adolescenti

Pfizer, i dati sugli adolescenti rafforza il caso rialzista
1' di lettura

Mercoledì Pfizer Inc. (NYSE:PFE) e il suo partner tedesco BioNTech SE (NASDAQ:BNTX) hanno annunciato risultati positivi da uno studio di fase avanzata del vaccino anti-Covid BNT162b2 negli adolescenti.

Cosa dicono gli analisti su Pfizer: l’analista di Cantor Fitzgerald Louise Chen ha mantenuto sul titolo Pfizer il rating Overweight, con un target price di 53 dollari.

I punti salienti su Pfizer: i risultati top-line positivi sono una buona notizia per l’azienda e sottolineano la capacità di Pfizer di riorientarsi e di innovare rapidamente, ha detto Chen in una nota.

I dati rafforzano la tesi di investimento positiva di Cantor sul titolo e l’opinione che la pipeline di Pfizer sia sottovalutata, ha detto l’analista.

BNT162b2 ha dimostrato un’efficacia del 100% e robuste risposte anticorpali nei bambini di età compresa fra i 12 e i 15 anni e inoltre il farmaco è risultato ben tollerato, ha proseguito Chen.

Pfizer e BioNTech hanno in programma di presentare i dati alla Food and Drug Administration e all’Agenzia europea per i medicinali al fine di garantire l’ampliamento dell’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino, ha affermato l’esperta di Cantor.

Pfizer ha anche avviato uno studio globale di fase 1/2/3 per valutare il vaccino nei bambini di età compresa fra 6 mesi e 11 anni, come afferma Chen. L’azienda sta valutando un programma in due dosi (da somministrare a circa 21 giorni di distanza l’una dall’altra) suddiviso in tre coorti: bambini di età compresa fra 5 e 11 anni, fra 2 e 5 anni e fra 6 mesi e 2 anni, ha concluso l’analista.

Movimento dei prezzi di PFE: nella sessione pre-market di mercoledì le azioni Pfizer erano in rialzo dello 0,11% a 36,16 dollari.