XRP, nuovi massimi nonostante la causa della SEC

Il contenzioso di Ripple (società che sostiene XRP) con la Securities and Exchange Commission non spaventa gli investitori crypto

XRP, nuovi massimi nonostante la causa della SEC
2' di lettura

Sfidando l’incombente minaccia della Securities and Exchange Commission (SEC), XRP (XRP) – il token associato a Ripple – mercoledì (al momento della pubblicazione) è balzato di quasi il 19% sopra la soglia psicologica importante di 1 dollaro.

Cosa è successo: negli ultimi sette giorni la criptovaluta è spiccata dell’88,65% a quota 1,04 dollari.

Il prezzo attuale di XRP è del 72,9% inferiore al massimo storico di 3,84 dollari toccato 3 anni fa.

In confronto, Bitcoin (BTC), la principale criptovaluta al mondo, nelle ultime 24 ore ha ceduto il 2,24% a 57.619,06 dollari (al momento della pubblicazione).

L’ascesa di XRP arriva nonostante la minaccia di un incombente contenzioso con la Securities and Exchange Commission riguardo a una presunta offerta di titoli non registrata da 1,3 miliardi di dollari condotta da Ripple.

Nonostante la SEC, il token probabilmente verrà sostenuto dalla devota comunità di XRP, nota come ‘l’esercito di XRP’, secondo CoinDesk.

Ben Powers, privacy reporter di CoinDesk, lunedì ha affermato durante una tavola rotonda che la community sta ancora acquistando XRP; Powers ha attribuito gli acquisti al “tribalismo delle criptovalute”.

“Sai, è come se le persone avessero i loro campi e li rappresentassero con tutte le loro forze”; Powers ha anche sottolineato la più ampia gamma di criptovalute che vanno oltre la giurisdizione degli Stati Uniti.

“La SEC può agire, ma queste sono valute che vanno al di là della portata degli Stati Uniti”, ha detto il giornalista.

Perché è importante: dei primi cinque exchange che offrono XRP, due di questi – VCC e HBTC – hanno sede a Singapore; Bidesk ha sede in Australia, mentre Binance non è sotto la competenza delle normative statunitensi, come riporta CoinDesk.

Alla fine di dicembre Coinbase ha sospeso gli scambi in XRP dopo che è emersa la notizia della causa con la SEC.

“L’esercito di XRP non sarà dissuaso da un provvedimento della SEC, anche se ciò significa che in ultima istanza Ripple e XRP potrebbero essere esclusi da un importante mercato finanziario”, ha affermato Danny Nelson, un altro reporter di CoinDesk che ha partecipato alla discussione.

XRP era nella lista dei dieci ticker di tendenza su Stocktwits.com, ma risultava notevolmente dietro a Ethereum Classic (ETC) e Dogecoin (DOGE) in termini di ranking.

Al momento della pubblicazione, ETC aveva fatto un balzo del 21,21% a 20,40 dollari e DOGE guadagnava l’8,59% a 0,65 dollari.

Leggi il prossimo: Perché Ethereum Classic è in rialzo

Foto per gentile concessione di QuoteInspector