Apple, Munster parla delle prospettive di realtà aumentata

Secondo l’analista di Loup Ventures, Apple guiderà la rivoluzione “trasformazionale” del settore AR

Apple, Munster parla delle prospettive di realtà aumentata

Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) sarà il pioniere della rivoluzione “trasformazionale” della realtà aumentata (AR), con la società tech che si è dimostrata risoluta in termini di potenziale AR e che ha risorse sufficienti per portare a termine lo sviluppo dei prodotti, secondo l’analista di Loup Ventures, Gene Munster. 

Cosa è successo: come affermato in una nota di ricerca, l’analista ritiene che inizialmente Apple arriverà sul mercato con gli occhiali di fascia alta per realtà mista (MR) nel 2022, seguiti dai più popolari occhiali per AR nel 2025.

“Anche se non dovessimo vedere i primi segni di MR da parte di Apple all’evento WWDC che si terrà a giugno di quest’anno, riteniamo che il prodotto sia attualmente sulla sua roadmap a medio termine”, ha dichiarato Munster.

Secondo l’analista, nel prossimo decennio Apple sarà uno dei maggiori beneficiari dell’evoluzione della realtà aumentata, insieme a Microsoft Corp. (NASDAQ:MSFT), Facebook Inc. (NASDAQ:FB), Google – di proprietà di Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL) – e Samsung Electronics Co. Ltd. (OTC:SSNLF).

L’esperto di Loup Ventures ha poi sottolineato che la recente aggiudicazione di un contratto da parte di Microsoft per la fornitura di oltre 120.000 visori personalizzati basati su HoloLens alle forze armate statunitensi, nonché l’utilizzo della realtà aumentata da parte dei medici per fornire assistenza durante gli interventi chirurgici alla colonna vertebrale e alle ginocchia, sono elementi che stanno incoraggiando l’adozione dell’AR.

Munster ritiene che entro il 2025 saranno messi a disposizione dalle big tech diversi tipi di occhiali AR di consumo e che l’esperienza della realtà aumentata passerà dall’essere alimentata dal telefono all’essere alimentata dai dispositivi indossabili.

Perché è importante: Apple ha lavorato silenziosamente per anni al fine di entrare nel settore della realtà virtuale e aumentata; a maggio 2020 l’azienda ha confermato l’acquisizione di una startup di live streaming in realtà virtuale chiamata NextVR e ha poi acquisito Spaces nel mese di agosto.

A marzo è stato riferito che Apple prevede di distribuire il tanto vociferato visore per realtà mista a metà del prossimo anno, seguito dagli occhiali per realtà aumentata entro il 2025.

Si dice che il visore per realtà virtuale di Apple, che porta il nome provvisorio di N301, sia ancora allo stadio di prototipo, mentre gli occhiali – ribattezzati N421 – si trovano ancora in una fase nascente nota come “architettura”; il visore VR dovrebbe competere con Oculus di Facebook e con PlayStation VR di Sony Group Corporation (NYSE:SONY), fra gli altri.

Movimento dei prezzi: venerdì le azioni Apple hanno chiuso in rialzo del 2% a 132,99 dollari.

Leggi il prossimo: Apple o Microsoft, cosa comprare ora?