Pre-market: futures USA in lieve calo, focus su utili

Un’occhiata ai mercati; si attende anche la riunione del Federal Open Market Committee della Federal Reserve

Sedute USA
Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in lieve ribasso dopo che nella sessione precedente l’indice Nasdaq è balzato di oltre 100 punti. Gli investitori sono in attesa dei risultati sugli utili di General Electric Company (NYSE:GE), 3M Co (NYSE:MMM), Alphabet Inc (NASDAQ:GOOGL), Visa Inc (NYSE:V) e Starbucks Corporation (NASDAQ:SBUX).



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il Federal Open Market Committee, o FOMC (Comitato Federale per il Mercato Aperto) inizierà oggi la sua riunione di due giorni. Gli indici S&P Corelogic Case-Shiller e FHFA sui prezzi delle abitazioni negli Stati Uniti per febbraio saranno pubblicati alle ore 9:00 ET. L’indice Conference Board sulla fiducia dei consumatori e l’indice manifatturiero della Federal Reserve di Richmond per il mese di aprile verranno diffusi alle 10:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 41 punti, attestandosi a 33.836, mentre quelli sull’S&P 500 hanno registrato un calo di 1,50 punti a quota 4.178; i futures sul Nasdaq 100 hanno guadagnato 3 punti, a 14.031.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 32.125.090 contagi e circa 572.670 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 17.636.180 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha confermato oltre 14.369.420 casi.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,8% a 65,57 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,9% a 62,44 dollari al barile. Il report dell’American Petroleum Institute sulle scorte di greggio degli Stati Uniti verrà pubblicato nel corso della giornata.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini europei hanno iniziato le contrattazioni per lo più in territorio negativo: l’indice spagnolo Ibex cedeva lo 0,3%, lo STOXX Europe 600 e l’indice francese CAC 40 erano in calo dello 0,1%, l’indice tedesco DAX 30 faceva segnare -0,2% e il FTSE 100 di Londra era in ribasso dello 0,1%. Ad aprile l’indice di fiducia del settore manifatturiero italiano è salito a 105,4 da una lettura rivista di 101,9 nel mese precedente; nello stesso periodo, l’indice di fiducia dei consumatori è salito da 100,9 a 102,3.

I mercati asiatici hanno avuto una sessione contrastante: l’indice giapponese Nikkei ha ceduto lo 0,46%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +0,04%, l’Hang Seng di Hong Kong è arretrato dello 0,04%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha perso lo 0,2% e l’indiano BSE Sensex ha guadagnato l’1,1%. La Bank of Japan ha mantenuto il suo tasso d’interesse di riferimento a breve termine a -0,1%. Nel periodo gennaio-marzo 2021 gli utili guadagnati dalle imprese industriali cinesi sono cresciuti del 137,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a quota 1.825 miliardi di yuan.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Needham hanno avviato la copertura sul titolo Uber Technologies, Inc. (NYSE:UBER) con una valutazione Buy e hanno annunciato un target price di 77 dollari.

In pre-market le azioni Uber sono salite dello 0,9% a 58,10 dollari.

Ultime notizie

  • Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) ha riportato utili e vendite del primo trimestre migliori del previsto; nel periodo considerato la produzione è stata di 180.338 veicoli, in crescita del 76% su base annua; le consegne sono state di 184.877 unità, in aumento del 109% su base annua.
  • United Parcel Service, Inc. (NYSE:UPS) ha riportato risultati positivi per il primo trimestre.
  • LYFT Inc (NASDAQ:LYFT) ha rivelato che Woven Planet, una consociata di Toyota, acquisirà la sua divisione di auto a guida autonoma.
  • Heidrick & Struggles International, Inc. (NASDAQ:HSII) ha riportato risultati del primo trimestre migliori del previsto e ha emesso una solida guidance sulle vendite per il secondo trimestre.