È il momento di comprare azioni Wells Fargo, Workhorse o AMC?

Ecco le ultime valutazioni e gli aggiornamenti degli analisti su Wells Fargo, Workhorse e AMC

È il momento di comprare azioni Wells Fargo, Workhorse o AMC?
2' di lettura

Una delle domande più frequenti che si pone un trader su un titolo è: “perché si muove?”

Ecco perché Benzinga ha creato la funzionalità Why Is It Moving (WIIM) su Benzinga Pro: WIIM, fornendo una descrizione lunga una frase, spiega i motivi per cui un certo titolo si sta muovendo in Borsa.

Gli analisti e le società di ricerca utilizzano spesso i rating quando emettono raccomandazioni sui titoli azionari per i trader; gli esperti calcolano il rating dei titoli ricercando i rendiconti finanziari pubblicati, comunicando con dirigenti e clienti e seguendo le tendenze di settore.

Ecco le ultime valutazioni e gli aggiornamenti degli analisti su Wells Fargo, Workhorse e AMC.

Le azioni di Wells Fargo & Co (NYSE:WFC) sono in rialzo dell’1,2% a 47,03 dollari dopo che l’analista di BofA Securities Erika Najarian ha alzato il rating del titolo da Neutral a Buy e ha annunciato un target price di 60 dollari.

Le azioni di Workhorse Group Inc (NASDAQ:WKHS) sono in calo del 4,1% a 14,16 dollari dopo che Jeffrey Osborne, analista di Cowen & Co., ha declassato il produttore di veicoli elettrici da Outperform a Market Perform e ha annunciato un prezzo obiettivo di 13 dollari.

Le azioni di AMC Entertainment Holdings Inc (NYSE:AMC) segnano -7,4% a 47,55 dollari dopo che gli analisti di Wedbush hanno mantenuto sul titolo la valutazione Neutral e hanno alzato il target di prezzo da 6,50 a 7,50 dollari.

Wedbush afferma: “Siamo sempre più ottimisti riguardo al settore fieristico mentre entriamo in un contesto post-pandemico, e i primi segnali di una domanda repressa fanno ben sperare per i prossimi periodi estivi e di festività”.

Wedbush ha aggiunto che AMC, grazie alla sua recente infusione di capitale, “può ridurre più rapidamente il suo debito e tornare alla sua precedente strategia di crescita che prevede il potenziamento del suo circuito europeo e l’espansione delle sale in Medio Oriente”.