David Tice diventa ribassista su Bitcoin e Big tech

Secondo l’analista, in questo periodo è molto pericoloso detenere questi asset

David Tice diventa ribassista su Bitcoin e Big tech
1' di lettura

Cosa è successo

Il gestore di fondi David Tice è ribassista sulle prospettive attuali sia dei mercati azionari che delle criptovalute.

In un’intervista rilasciata alla CNBC, Tice ha avvertito gli investitori di diffidare delle loro partecipazioni in Bitcoin (CRYPTO:BTC), definendo l’attuale mercato “pericoloso”.

“Avevamo una posizione in Bitcoin quando Bitcoin era a 10.000 dollari”, ha detto Tice; “tuttavia, quando è arrivato a 60.000 dollari abbiamo sentito che era un po’ troppo… Ultimamente c’è stato molto più clamore da parte dei banchieri centrali, la Banca dei Regolamenti Internazionali [e] la Banca d’Inghilterra hanno fatto dichiarazioni profondamente negative. Penso che sia molto pericoloso detenere oggi”.

Tice, inoltre, è convinto che nemmeno i mercati azionari reggeranno; secondo quanto dichiarato, il fund manager ritiene che un “tracollo del mercato sia inevitabile”.

A suo avviso, le azioni delle big tech come Facebook Inc (NASDAQ:FB), Apple Inc (NASDAQ:AAPL), Amazon.com Inc (NASDAQ:AMZN), Netflix Inc (NASDAQ:NFLX) e Alphabet Inc (NASDAQ:GOOGL) sono sopravvalutate.

“Un sacco di soldi sono stati messi su Alphabet e Microsoft, Apple e Facebook, Twitter, ecc.”, ha detto Tice; “i costi stanno aumentando in quel settore.”

Perché è importante

Tice non è l’unico gestore di fondi ad aver presentato delle prospettive ribassiste sui mercati delle criptovalute in questo mese.

Jeffrey Gundlach, investitore notoriamente rialzista sull’oro, la scorsa settimana ha dichiarato alla CNBC che il grafico di Bitcoin “in questo momento appare piuttosto preoccupante”.

Gundlach, comunque, ha osservato che potrebbe presentarsi un’opportunità di acquisto sotto i 23.000 dollari per coloro che non si faranno scoraggiare dall’estrema volatilità della criptovaluta.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione martedì, Bitcoin era in calo giornaliero dell’1,42% a 31.300 dollari.