Neftlix, ingresso nel gaming creerà contrasti con Apple

Probabilmente l’ingresso di Netflix nell’industria dei videogiochi metterà il colosso dello streaming in diretta concorrenza con Apple

Neftlix, ingresso nel gaming creerà contrasti con Apple
2' di lettura

L’attesissima incursione di Netflix Inc. (NASDAQ:NFLX) nell’industria dei videogiochi probabilmente metterà il colosso dello streaming in rotta di collisione con il titano tecnologico Apple Inc. (NASDAQ:AAPL).

Cosa è successo

Martedì Netflix ha rivelato che offrirà videogiochi all’interno degli attuali piani di abbonamento senza costi aggiuntivi e che inizialmente si concentrerà sui giochi per dispositivi mobili.

Nel 2019 Netflix aveva identificato il videogioco ‘Fortnite’ come uno dei suoi maggiori rivali.

“Competiamo (e perdiamo) con Fortnite più che con HBO”, aveva dichiarato la società quell’anno in una lettera agli azionisti.

Leggi anche: Netflix, ingresso nel gaming porterà ad aumento ricavi

Confronto con Apple

L’espansione di Netflix nel settore dei videogiochi, tuttavia, potrebbe mettere l’azienda in diretta concorrenza con il servizio di gaming in abbonamento di Apple, cioè Apple Arcade; il servizio è incluso nel pacchetto di abbonamento ‘Apple One’ oppure viene offerto individualmente con un canone mensile di 4,99 dollari.

Netflix avrebbe anche bisogno dell’approvazione di Apple per lo streaming dei suoi videogiochi nell’app per iOS; Apple richiede ai servizi che riproducono i giochi di lanciare ogni gioco separatamente affinché possa essere elencato e recensito individualmente sull’App Store.

Le politiche dell’App Store hanno portato Apple a negare l’accesso al suo negozio virtuale alle piattaforme di cloud gaming di diverse aziende: la società di Cupertino, infatti, ha impedito al servizio di game streaming di Microsoft Inc. (NASDAQ:MSFT) xCloud, a quello di Google – consociata di Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL) – Stadia e a quelli di altre piattaforme di gaming di entrare nell’App Store.

Causa Epic Games-Apple

Epic Games Inc., lo sviluppatore del videogioco ‘Fortnite’, l’anno scorso ha intentato una causa contro Apple dopo che il gioco è stato rimosso dall’App Store poiché Epic Games avrebbe cercato di aggirare la commissione del 30% addebitata sugli acquisti in-game; Apple ha rifiutato l’utilizzo di strumenti di pagamento esterni per gli acquisti in-app. Microsoft si è schierata con Epic Games nella causa.

Mercoledì è emerso che diversi analisti sono cauti riguardo alla spinta di Netflix verso il settore dei videogiochi.

Movimento dei prezzi

Le azioni Netflix hanno chiuso gli scambi di mercoledì in calo di quasi il 3,3% a 513,63 dollari; lo stesso giorno, le azioni Apple hanno chiuso con un -0,5% a 145,40 dollari.